Stampa
20
Apr
2008

A CHERASCO "RISVEGLIO DI PRIMAVERA" SBOCCIANO LE TELE DI SILVIA BERTOLA

Pin It

Cherasco,  La pittrice torinese Silvia Bertola, conosciuta per i suoi fiori materici dai colori squillanti, espone in personale nella galleria “evvivanoè esposizioni d'arte” di via Vittorio Emanuele 56 a Cherasco (Cuneo) dal 26 aprile al 25 maggio 2008. L'esposizione dal titolo "Risveglio di Primavera", a ingresso libero, è curata da Sara Merlino ed è organizzata in collaborazione con l'associazione culturale “E' Arte” e  l'Assessorato alla cultura della Città di Cherasco .
 
 
Silvia Bertola è nata nel 1971 a Torino, città in cui tutt'oggi vive e lavora. Qui, fin dalla prima giovinezza, si è dedicata all'arte: prima studiando al liceo artistico, poi frequentando con passione l'Accademia delle Belle Arti, sotto la guida del maestro Nicola Martino. Da allora non ha mai smesso di dipingere, scoprendo una particolare predisposizione per i colori accesi, pieni di vita, e per i fiori (papaveri, girasoli, calle, tulipani e margherite sono i suoi soggetti preferiti), che rappresenta sempre in primissimo piano e in grandi formati. Nelle sue opere il colore, steso generosamente con la spatola, crea superfici corpose e scintillanti, che risaltano sulla tela immacolata.
 
In questi anni ha esposto in importanti eventi e fiere d’arte, in italia e all’estero, tra cui "Giovani artisti" a Rovereto, "Messer Tulipano" al castello di Pralormo, "Arte contemporanea" a Soncino, "Artisti a Torino", "Art Cannes" a Cannes (Francia), "Mc-Art" a Monaco (Monte Carlo), "Maggio Infiore" a Torino ed "Espoarte" ad Albissola.
A Cherasco ha già partecipato alle mostre “Fiori, blossoms, fleurs” (maggio 2006) e “Fleurs: déjà vu” (maggio 2007), allestite nei locali di evvivanoè esposizioni d’arte. Con la galleria cheraschese, che la rappresenta in esclusiva, ha anche ha preso parte alla Cork Art Fair 2007, nella Repubblica d’Irlanda.
 
Le sue opere hanno una prerogativa fondamentale: rappresentano esclusivamente fiori.
Quelli prediletti dall'artista sono i papaveri, di un rosso intenso e grandi, tanto grandi da invadere una nuova tela, quasi il loro rigoglio fosse incontenibile. Ma anche le calle, bianche e regali, dall'aspetto austero, e i principeschi tulipani, nei più svariati colori esistenti in natura. Sulle sue tele fanno quindi capolino anche candide e schiette margherite o rustici e gioiosi girasoli nonché –novità del 2008- la provenzale lavanda.
 
Tele bianchissime e pure fanno da fondale e il colore acrilico denso e corposo viene steso con la spatola, dando vita a un gioco di sfumature e di rilievi; una matericità fluida, scintillante che attira lo sguardo e invoglia addirittura il tatto. E -osservando questi fiori attentamente- pare quasi di avere di fronte una galleria di ritratti in cui i protagonisti effigiati mostrano ciascuno un piglio diverso: chi da gran signore, chi da animo semplice e puro, chi da nobile e altero.
 
 
La personale della pittrice torinese sarà inaugurata con un vernissage in programma sabato 26 aprile, a partire dalle ore 16 e prosegue fino a domenica 25 maggio con orario 16-19 dal mercoledì alla domenica o su appuntamento al 338-9575484.   Orario continuato 9-19 in occasione del mercatino napoleonico di domenica 27 aprile e del mercato dell’antiquariato di domenica 4 maggio.