Stampa
13
Apr
2007

AL CAMEC DI LA SPEZIA ENCLAVE 5: L'ARTE IN TANDEM

Pin It

Proseguono anche quest'anno i dialoghi d'arte del ciclo Enclave al CAMeC della Spezia: giunti alla quinta edizione, sono ormai un appuntamento consolidato - e sempre d'altissima qualità - per gli appassionati d'arte contemporanea. Prorogata fino al prossimo primo maggio, Enclave 5 propone la doppia personale di Bizhan Bassiri e Jan Dibbets.

Scure, imponenti ed evocative, le sculture in pietra dell'italo persiano Bizhan Bassiri sono caratterizzate dall'unione tra lo stile quasi minimalista e la solennità quasi monumentale di forme e strutture. Anche le opere pittoriche, intensamente materiche, conservano l'atmosfera drammatica di oggetti atavici, carichi di ricordi come fossero attraversati dai secoli.

Forse più lieve e disincantato lo stile dell'olandese Jan Dibbets, che propone tecniche miste che giocano con superfici e suggestioni diverse: collage di specchi, fotografie, giochi di contrasti che trovano un provvisorio, dinamico equilibrio in una bellezza quasi surreale.

La mostra è curata da Bruno Corà con la partecipazione dei critici Rudi Fuchs (Amsterdam), Erik Verhagen (Parigi), Philippe Van Cauteren (Gand), Denis Zacharopoulos (Atene). Tutte le informazioni e una galleria di immagini nel sito del Centro d'Arte Moderna e Contemporanea della Spezia.