Stampa
16
Set
2010

ALASSIO. PERSONALE DI ROBERTO KUSTERLE

Pin It

Domenica 19 settembre, ad Alassio, sarà inaugurata nell’Ex Chiesa Anglicana la mostra personale di Roberto Kusterle dal titolo “Ana Kronos”.   All’inaugurazione annunciata alle ore 18.00, seguirà il concerto dedicato all’artista per chitarra e clarinetto delle sorelle Marzia e Lavinia Carbone.La mostra, curata da Nicola Davide Angerame e Claudio Composti, presenta


una attenta selezione di circa 40 opere, tra fotografie e video d'arte, rappresentative di un progetto fotografico di largo respiro che si è sviluppato su tre anni.  Il percorso artistico è incentrato sulla commistione tra il corpo umano e le forme del mondo animale e vegetale, che diventano protagonisti di una fiaba contemporanea a senza tempo, simbolista e surreale, che vede la fotografia farsi disegno grazie ad una lavorazione totalmente artigianale da parte dell'artista goriziano, che vanta una carriera ventennale nella fotografia.
La mostra, organizzata in collaborazione con la MC2 Gallery di Milano, resterà aperta fino al 24 ottobre 2010, con ingresso libero, catalogo in galleria e orari di apertura: da giovedì a domenica: ore 15 – 19.

“Kusterle non finge - spiega il curatore della mostra Nicola Davide Angerame – crea tutto da sé come un raffinatissimo artigiano che crea le sue visioni a partire da un mondo interiore popolato da strani esseri e trova il suo sfogo forografico nella ricerca dei paesaggi, nel lavoro con gli attori, nella costruzione di abiti e scenografie, lavorando con animali veri. Fotomontaggi e elaborazioni digitali sono banditi al fine di costruire un lavoro rigoroso che parla di una ricerca interiore espressa come una grande avventura surreale. Letti di fiumi essiccati, stagni, laghi e deserti popolati da figure solitarie, innesti tra animali e razza umana. Tutto ciò diventa un set fotografico trovato e preparato dall’artista che pensa attraverso la fotografia. Una ricerca radicale che crea una fotografia nuova e antica, senza tempo”.

Roberto Kusterle è nato nel 1948 a Gorizia. Dagli anni Settanta lavora nel campo della arti visive, dedicandosi sia alla pittura sia alle installazioni. Dal 1988 inizia ad interessarsi alla fotografia che è diventato il suo principale mezzo espressivo. Vive e lavora a Gorizia.
. Tra la mostre recenti di maggiore risalto, ricordiamo: “Mutilabes nymphae” Mestna Galerija (Nova Gorica, Slovenia 2010); "Senza tempo ne luogo", Weber & Weber (Torino 2010); "Una mutazione silente", Wook Lattuada (New York 2009); "Lo specchio del corpo", Galerja Tir (Nova Gorica, Slovenia 2008); "Lo zoo dell’anima", ArtMbassy (Berlino, Germania 2008).