Stampa
14
Feb
2008

APPRODA A GENOVA LA MOSTRA IL RISCHIO NON E' UN MESTIERE

Pin It

Dopo Roma e Firenze  approda a Genova  la mostra “Il rischio non è un mestiere” organizzata dal Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, con l’alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio,  in collaborazione con la Regione Liguria, la direzione regionale INAIL, l’Agenzia Liguria Lavoro che verrà inaugurata venerdì 15 febbraio alle 11 presso il Sottoporticato di Palazzo Ducale alla presenza, tra gli altri, degli assessori regionali al Lavoro e alla Salute, Giovanni Enrico Vesco e Claudio Montaldo, dove resterà aperta fino al 9 marzo. Centoventi fotografie dell’archivio Alinari che raccontano il lavoro e la sicurezza dei lavoratori in Italia con l’obiettivo di sensibilizzare i visitatori sul fenomeno, favorendone anche una lettura nella sua evoluzione storica. Un contributo per spezzare il silenzio che troppo a lungo ha gravato sul mondo del lavoro e sulle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori, ripercorrendo la loro fatica quotidiana fin dal secolo scorso. Un tema quello della sicurezza che ancora oggi in tutto il Paese e in Liguria è all’attenzione delle cronache per il susseguirsi di incidenti. Ed è in questa logica, con l’obiettivo di diffondere sempre più la consapevolezza del fenomeno presso i datori di lavoro e i lavoratori, che a fianco alla mostra saranno organizzati eventi collaterali per sollecitare le riflessioni tra i cittadini e sensibilizzare sul tema del diritto alla salute nei luoghi di lavoro, attraverso seminari e una rassegna cinematografica gratuita presso il Cinema Olimpia in via XX Settembre che prenderà il via il 21 febbraio con la proiezione del film APNEA, regia di Roberto Dordit. Inoltre durante tutto lo svolgimento della mostra è prevista l’iniziativa “Porta una Foto” rivolta a tutti i visitatori che potranno portare proprie fotografie sulla realtà del lavoro in Liguria. La mostra sarà aperta tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 9,30 alle 19,30, l’ingresso è gratuito.