Stampa
26
Gen
2008

ARTE AL ìCî DREAM."IL GIARDINO DEL CENTAURO"

Pin It

Genova,    Al “C” dream Il “Giardino del Centauro”, mostra - installazione visivo sonora, che si inserisce e si sovrappone all’ambiente del locale come un velo leggero e semitrasparente legandosi a livello tematico con il design preesistente e che caratterizza il Lounge & Bar di Costa Crociere.
 
Una serie di dipinti a olio, di grande e piccolo formato: volti, fiori, oggetti estraniati dal contesto che fluttuano nel vuoto, senza spazio e senza tempo, in un’atmosfera rarefatta e immobile.
È proprio attraverso questa estraneità che si compie l’inevitabile dialogo tra i dipinti e lo spazio che li accoglie: l’ambiente entra a far parte della composizione, non è solo supporto o contenitore, ma parte attiva nella lettura e nella ricezione.
Dipinti ad olio, anche di piccolissimo formato, sono  esposti come un’unica installazione mentre sulla Spirula, design di Jacopo Foggini, perno attorno a cui ruota lo spazio architettonico si posano con leggerezza  un migliaio di farfalline rigorosamente finte. 

A completare l’esperienza sensoriale si unisce la sonorizzazione curata dal compositore Stefano Cattaneo, un tappeto magico di suoni che in perfetta sincronia con le luci mutano e accompagnano lo spettatore. Un giardino “speciale”, illuminato da più lune che con i loro movimenti ciclici,  sorprendono con brevi eclissi in cui tutto si fa più silenzioso e misterioso. Le voci che animano questo “luogo della mente”, in sincronia con la luce, si agitano e montano parossisticamente e come pensieri lo attraversano senza sosta. Solo in quelle che sono brevi e fugaci “eclissi” ci sarà il silenzio  per ascoltare, stupiti, la magia e il mistero di un suono lontano, di un ricordo perduto.
 
Lo spazio espositivo è  inteso come un antico palinsesto dove al testo originario, con le opere di Giovanni Smeraldi, Nicola Salvatore, Jacopo Foggini, Elena Giorcelli, Gil Ruschetti e quelle di casagrande&recalcati, si sovrappone questa nuova scrittura: un gioco leggero ed effimero, dove tutto nasce da una relazione sentita.

Oltre al giorno dell’inaugurazione, sarà possibile tuffarsi in questa atmosfera sonora tutti i giorni della durata della mostra dalle 18.30 alle 19.30.

Al “C” dream, casagrande&recalcati avevano già realizzato lo “specchio parlante”, decorato a mano come un pizzo antico.  Il ritorno in questo luogo dove già sono presenti, nelle maglie del progetto originario, rappresenta una nuova sfida a dialogare con l’ambiente.

casagrande&recalcati integrano la pittura con il design e l’architettura, realizzando dipinti, prevalentemente a olio e prevalentemente di grandi dimensioni, che vanno a fondersi con l’architettura che li contiene.
La progettazione iconografica sempre mirata al singolo lavoro, la descrizione minuta e dettagliata del reale e la collaborazione con architetti e designer concorrono a definire le linee guida del loro operare. Loro opere si trovano a bordo delle navi Costa Magica, Costa Concordia e Costa Serena.

“Arte al “C” dream”, quest’anno alla terza edizione, è una rassegna di mostre di Arte Contemporanea, che ha come obiettivo l’esposizione in un luogo d’arte in sé e per sé, come è il Lounge & Bar di Costa Crociere, di proposte e protagonisti interessanti nel panorama nazionale e internazionale visibili e fruibili per tutti durante una pausa caffè o la degustazione di un aperitivo.
Il progetto espositivo “Arte al “C” dream”, in sintonia con gli obiettivi di Costa Crociere, nelle quattro mostre della terza stagione espositiva  2007-2008, propone una selezione degli artisti delle collezioni d’arte a bordo delle navi, alternata a proposte dell’attuale panorama artistico contemporaneo.

“ARTE” AL “C” dream
“Il giardino del Centauro” di casagrande&recalcati  Inaugurazione 29 gennaio 2008 ore 18.30
Durata mostra dal 30 gennaio 2008  al 23 febbraio 2008  Tutti i giorni per la durata della mostra dalle ore 18.30 alle ore 19.30 verrà ricreata l’installazione visivo sonora.