Stampa
03
Feb
2007

CASTELLO D'ALBERTIS:"LA FORMA DELLA MUSICA" STURMENTI E TRADIZIONI MUSICALI DALLA CINA

Pin It

Quinto appuntamento del Programma Internazionale “CINA. Volti della tradizione – Prospettive del futuro”, programma di manifestazioni dedicate all’arte, alla cultura cinese ed all’incontro tra la civiltà occidentale e la Cina attraverso i secoli, che da Settembre 2006 ad Ottobre 2007 porta a Genova una serie di grandi mostre con opere originali dalla Cina e dalle collezioni dei musei italiani, installazioni, fotografie, oggetti, documenti e video, accompagnate da un ampio calendario di eventi, iniziative e programmi di ricerca dedicati a temi di arte, scienza, filosofia, storia ed economia tra tradizione e modernità.

Dopo “La via della scrittura” a Palazzo Ducale, “Ombre elettriche. Manifesti per il cinema cinese 1934-2006” al Palazzo della Provincia, “Le pietre delle meraviglie” all’Istituto di Studi Orientali, “Cina perduta. Immagini ed opere di un impero remoto” al Museo di Palazzo Rosso è ora la volta della musica e degli strumenti musicali della tradizione cinese in mostra al Museo delle Culture del Mondo Castello d’Albertis dal 2 Febbraio all’11 Marzo 2007.

“LA FORMA DELLA MUSICA. Strumenti e tradizioni musicali in Cina” è realizzata con il Patrocinio del Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali e dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, a cura del CELSO Istituto di Studi Orientali - Dipartimento Studi Asiatici, in collaborazione con il Museo delle Culture del Mondo Castello d’Albertis, Echo Art, il Comune di Genova, la Regione Liguria, la Provincia di Genova, la Camera di Commercio di Genova, con il contributo scientifico e tecnico di Musei, Università ed Istituzioni italiani e cinesi.
Concepita come un viaggio alla scoperta della musica cinese attraverso strumenti, installazioni, testi ed ‘itinerari sonori’, la mostra si articola in una serie di sezioni tematiche dedicate alla storia della musica e degli strumenti musicali dall’antichità all’epoca moderna, all’estetica musicale in relazione alle scienze del cielo e della terra ed alla visione del tempo e dello spazio, al sistema di pensiero correlativo ed alla funzione cerimoniale della musica, alla dimensione filosofica attraverso le grandi scuole di pensiero della tradizione cinese, ai generi ed ai sistemi musicali, alle relazioni tra corpo e musica nei rapporti con la fisiologia simbolica e con la medicina tradizionale, agli strumenti musicali presentati nella classificazione antica per materiali, con una sezione finale dedicata alla musica dell’Opera di Pechino.

La mostra rimarrà aperta fino all’11 Marzo 2007. Apertura al pubblico: da Martedì a Venerdi dalle ore 10 alle ore 17, Sabato e Domenica dalle ore 10 alle ore 18, Lunedi chiuso.

La mostra sarà accompagnata da un programma di iniziative collaterali, conferenze, seminari, laboratori ed attività didattiche per le scuole.Per consultare il Programma completo: www.cina-genova2006.org