Stampa
03
Mag
2006

CONTINUA AL MUSEO DI S.AGOSTINO L'ESPOSIZIONE DEL TEATRINO RISSONE

Pin It
Al MUSEO DI S. AGOSTINO prosegue l'esposizione del TEATRINO RISSONE del Museo Biblioteca dell'Attore Marionette, scene, costumi, attrezzeria, repertorio di un teatrino dell'800 Val davvero nË pi˘ nË meno un remoto e pregiatissimo reperto archeologico il Teatrino Rissone, con i suoi trenta fondali, otto principali e sessantaquattro quinte, a cui si accompagna un aulico boccascena a pannelli componibili, dipinti a tempera come i fondali, e quasi un centinaio di marionette comprendenti un monte di capi di vestiario supplementari, (scarpine a volte rovinate con desco per ripararle, cappellini bucati per far passare il fino) cambi di scena e d'epoca. Il tutto Ë inoltre corredato vuoi da mobili in miniatura (anche un pianoforte), carri, cavalli e draghi, vuoi da suppellettili ed armi varie (sciabole, pugnali, fucili...) . E, infine, da oltre una trentina di copioni (con titoli che vanno da Fighetto finto morto a La Navigazione d'Enea dopo la rovina di Troia). Nel 1982 Checco Rissone ed Emi De Sica, figlia di Vittorio, (in qualit‡ di erede di Giuditta Rissone) decisero di affidare al Museo Biblioteca dell'Attore a Genova un teatro di marionette che i Rissone, una delle pi˘ antiche famiglie d'arte italiane, possedevano da circa un secolo. L'impegno da parte del Museo non fu limitato alla custodia e alla conservazione ma comprese il suo restauro. L'origine del teatrino Ë incerta, potrebbe, almeno in parte risalire alla fine del Settecento ed essere poi appartenuto al Samoggia, noto marionettista nei primi decenni dell'Ottocento. Caratteristica delle sue marionette Ë la misura: sono alte poco pi˘ di 40 centiemtri; parecchio al di sotto delle coeve consorelle che conosciamo nei teatri di marionette conservati a Milano, a Torino, a Venezia: questo indica forse che il "teatrino" fu costruito per essere pi˘ facilmente trasportabile in un'epoca (quella napoleonica) durante la quale burattinai e marionettisti ebbero vita difficile a causa dei provvedimenti di polizia che, temendone la satira politica, li avevano praticamente messi fuori legge. Potrebbe essere quindi stata la necessit‡ di portare gli spettacoli fuori dalle grandi citt‡, nelle cittadine dove era meno rigoroso il controllo della polizia a consigliare le misure ridotte. Immagini tratte dal sito ufficiale del Museo Biblioteca dellíAttore di Genova Per saperne di pi˘: http://www.museoattore.it/riss_descr.asp Il teatrino Ë visitabile al Museo di SantíAgostino dal martedÏ al venerdÏ dalle ore 9.00 alle ore 19.00; al sabato ed alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00; lunedÏ chiuso L'esposizione Ë compresa nel biglietto d'ingresso al museo. Museo di SantíAgostino Piazza Sarzano, 35 r. 16128 Genova 010 2511263 fax 010 2464516 www.museosantagostino.it e-mail : museosagostino@comune.genova.it Orario: Mar-Ven 9-19 Sab Dom 10-19 Lun chiuso Ingresso: intero euro 4,00; ridotto euro 2,80; Card Musei Ingresso gratuito fino a 18 ed oltre i 65 anni