Stampa
07
Apr
2008

DIRECTIONS: RUSSIA/EUROPA ANDATA E RITORNO. AL CAFFE' LEBOWSKI LE FOTOGRAFIE DI TANJA NIKITINA

Pin It

 GENOVA. Punti di vista, strade, persone, città, percorsi: con queste parole la giovane moscovita Tanja Nikitina descrive la sua mostra fotografica “Directions”, che verrà inaugurata mercoledì 9 aprile alle ore 21.30 al Caffè Lebowski, in Via Mascherona 18r.  Oltre trenta immagini in bianco e nero, scattate nel corso dei suoi numerosi viaggi attraverso l’Est e l’Ovest europeo. Nell’obiettivo dell’artista Mosca, San Pietroburgo, Kiev, Praga, Edimburgo e le isole greche si animano di persone, scorci, luci, suoni e sguardi di grande intensità.

Gli scatti ritraggono gatti allineati in un cortile di San Pietroburgo e barche ormeggiate nei porticcioli greci. Praga si accende di luci notturne, mentre musica e rumori “echeggiano” nelle inquadrature di tram e musicisti nella piazza principale della città. Grafica e monocromia si fondono in un intenso profilo ritratto sulle rocce di Edimburgo, mentre momenti di vita quotidiana vengono colti in tutta la loro spontaneità a Creta. I grandi occhi intensi di una piccola bimba su un traghetto diretto a Santorini colpiscono l’artista, sempre attenta alle relazioni tra le persone e lo spazio che le circonda. A Kiev Tanja si sofferma sui dettagli del monumento alla Madre Patria. A San Pietroburgo inquadra una grande moschea, affascinata dall’equilibrio/disequilibrio tra l’essere umano e la creazione religiosa. Nella sua città – Mosca – fotografa un grande ponte, ritrae un uomo in bicicletta, osserva il Mausoleo di Lenin, viaggia in metropolitana e osserva la gente attraverso sfocati palloncini sospesi in aria.


La mostra – organizzata da Tanja Nikitina, Claudia Bassanini, Juan Pablo Santi e Angela Ferrari – sarà visitabile al Caffè Lebowski fino al 9 maggio, dal martedì al sabato, dalle 18.00 alle 2.00 con ingresso libero.


TANJA NIKITINA nasce a Mosca 23 anni fa. Attratta dalle arti fin da bambina, studia pittura per dieci anni, poi inizia a dedicarsi alla fotografia, la sua passione più grande. Oltre alla laurea in studi filologici, letterari e linguistici, si diploma in Fotogiornalismo presso “Izvestija”, una delle redazioni russe più affermate e conosciute. Lavora come fotogiornalista freelance e partecipa a mostre, concorsi e competizioni nazionali ed internazionali. Attualmente frequenta a Genova il Master in Management Culturale Internazionale, organizzato dall’Università e promosso dal Ministero Affari Esteri.
Tanja descrive il suo modo di fotografare come “street photography”, stile a cui si è dedicata soprattutto negli ultimi anni, alternandolo a lavori di reportage.
Le sue fotografie non sono mai vuote, lavora sulla simmetria e l’asimmetria delle città, studiando il rapporto tra le persone e lo spazio.

ri.it