Stampa
14
Feb
2008

GENOVA AMT OSPITA METRO ART LA VISIONE METROPOLITANA DI ERIK ORTELLI E MAURO MARTINI

Pin It

Amt ospita per la prima volta negli spazi della metropolitana un’esposizione d’arte, trasformando un luogo di passaggio in un’occasione di sosta, incontro e scambio culturale. Da oggi fino a lunedì 31 marzo sarà possibile lasciarsi suggestionare dalla visione notturna di MetroArt allestita nell’atrio di accesso della stazione metro di De Ferrari.
250 schede madri e 3.400 tessere luminose sono la sintesi di dieci anni di lavoro, che gli artisti Erik Ortelli e Mauro Martini hanno occupato nella raccolta di materiale di scarto di vecchi computer per trasformarlo in espressione d’arte.
“Il trasporto pubblico può diventare occasione di sensibilizzazione e condivisione di valori – sottolinea Christine Buckingham Direttore Clienti di Amt Genova  – dall’arte all’ecologia, dalla cultura alla vita della città. Abbiamo scelto l’opera MetroArt per cominciare questa nuova esperienza perché richiama fortemente il tema del riciclo, intesa qui come riutilizzo di materiali di scarto. Preservare l’ambiente con comportamenti ecologicamente più virtuosi è una responsabilità civica di tutti, anche di Amt che si impegna, per esempio, investendo nell’acquisto di nuovi mezzi più ecologici e mettendo in servizio nuovi filobus. Rispetto dell’ambiente, trasporto, arte, cultura: sono strade diverse ma che possono incrociarsi per perseguire obiettivi comuni”. 
La metropolitana si apre fornendo a clienti e cittadini  l’opportunità di un momento di incontro e di gratuita fruizione dell’arte, come questa di Erik Ortelli e Mauro Martini, impegnati a  riciclare materiale destinato allo smaltimento.