Stampa
26
Gen
2007

GENOVA GALILEO CHINI UN PO DI VENEZIA ALLA WOLFSONIANA

Pin It

È davvero un momento d'oro per la collezione Wolfson, che ha da poco festeggiato il primo anniversario del museo di Nervi e comincia il 2007 nel migliore dei modi: nei giorni della donazione alla Regione Liguria e della trasferta a Berlino, la sede genovese della Wolfsoniana inaugura la mostra Galileo Chini e i cicli decorativi per la Biennale di Venezia.

La mostra, alla Wolfsoniana fino al 1° maggio 2007, racconta il percorso artistico di Galileo Chini: l'artista fiorentino, nato nel 1873 e scomparso nel 1956, è uno dei maggiori protagonisti dell'arte italiana della prima metà del Novecento.

Vicino all'Art Nouveau, Chini ha un percorso eclettico che gli fa esplorare diverse modalità espressive dalla pittura alla ceramica, dall'illustrazione alla scenografia. Forse la parte più interessante del suo lavoro si svolge in collaborazione con la Biennale di Venezia, per la quale realizza alcune tra le sue opere più note: in mostra a Nervi, i cicli decorativi realizzati per il Salone e per la Sala dell'Arte del sogno.

Tutte le informazioni su wolfsoniana.it.