Stampa
13
Gen
2008

GENOVA VIAGGIO IN MYANMAR LA MOSTRA DI CLELIA BELGRADO

Pin It

Genova Viaggio in Myanmar al d'Albertis 
l'intenso reportage fotografico in Myanmar-Birmania di Clelia Belgrado in mostra fino al 24 marzo 2008 al Museo delle Culture del Mondo 


Il fascino di un popolo lontano, visioni di un paese improvvisamente alla ribalta delle cronache di tutto il mondo dopo la clamorosa protesta dei monaci buddisti e la repentina repressione militare, tutte le contraddizioni del Myanmar (Birmania fino al 1986) in un reportage fotografico realizzato da Clelia Belgrado nel 2005.

Quaranta scatti in bianco e nero per raccontare un capitolo di storia contemporanea nella mostra Myanmar-Birmania. Luce, Acqua, Presenze al Castello d'Albertis, Museo delle Culture del Mondo fino al 24 marzo 2008. Un viaggio suddiviso in due sezioni, Luce ed Acqua e Presenze, cariche di suggestioni attraverso le quali l'autrice ci mostra la realtà di un paese profondamente diviso in etnie e oggi governato dal regime totalitario di Than Shwe.

In bilico fra reportage giornalistico e ritrattistica, Clelia Belgrado rappresenta momenti di vita quotidiana dei pescatori Intha del Lago Inlé, nel nord-est dello stato Shan, che tra i villaggi di palafitte spingono le loro imbarcazioni lungo le rive reggendosi a poppa su una gamba sola, mentre con l'altra remano. Una danza elegante fatta di piccoli movimenti leggeri tra luce e acqua.
Donne Pa-o si bagnano dopo il mercato di Tauggyi, bambini ricevano l'abito monacale alla cerimonia del Shin-Pyu (noviziato), la vita, il gioco ed il duro lavoro si leggono sui visi decorati con il Thanaka. Volti che raccontano, insieme ai panorami mozzafiato che questo paese sa offrire, la dignità e l'operosità di un popolo così lontano e misterioso.

La mostra è corredata da un volume, con saggi di Denis Curti, Roberto Mutti e Fabrizio Boggiano, ed è aperta dal martedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 10 alle 18 al Castello d'Albertis.