Stampa
03
Dic
2010

I GUIDOBONO E IL BAROCCO GENOVESE

Pin It
Ancora pochi giorni per visitare la mostra "Bartolomeo e Domenico Guidobono. Opere da collezioni private", a Palazzo Nicolosio Lomellino. L'esposizione curata da Mary Newcome Schleier termina il 12 dicembre: un evento esclusivo che presenta per la prima volta diciotto opere, provenienti da collezioni private, tra le più significative dei due fratelli savonesi esponenti di rilievo del barocco ligure.

I dipinti selezionati mostrano la gamma dell’opera pittorica dei due artisti. In essi sono visibili l'iniziale apprezzamento di Bartolomeo per le immagini usate da Giovanni Benedetto Castiglione, detto il
Grechetto, il suo sviluppo della pittura di fantasia e i suoi grandi quadri con figure (spesso realizzati con l'aiuto del fratello). Il ritratto di Flora e l'Allegoria della Primavera di Domenico mettono invece l'accento sulla sua abilità nel dipingere nature morte e l'impatto del lavoro svolto alla corte dei Savoia.
I Guidobono, formatisi a Savona, hanno per lo più operato tra le corti liguri e piemontesi. Bartolomeo (1654-1709) è tra l'altro autore degli affreschi in Palazzo Battista Centurione in via del Campo, di una sala di Palazzo Rosso e de Le anime purganti dalla pala d' altare della chiesa di San Giovanni Battista Decollato in Montoggio. Domenico (1668-1746) deve notorietà particolarmente alla serie di affreschi in Palazzo Madama a Torino.
Numerosi furono i committenti privati che apprezzarono l'eleganza pittorica di Bartolomeo: quel
pennello che sapeva raffigurare figure e oggetti disseminati in un paesaggio "incantato",che
anticipavano di fatto il rococò francese.

La mostra è promossa dall' Associazione Palazzo Lomellino con Fai-Fondo per l'Ambiente Italiano e la collaborazione dei Musei di Strada Nuova, di Palazzo Reale e dell' Accademia Ligustica di Belle Arti, nelle cui collezioni sono opere dei Guidobono.

Per visitare la mostra:
Palazzo Nicolosio Lomellino di Strada Nuova – in via Garibaldi 7 , Genova
dal martedì al venerdì dalle 15 alle 18, sabato e festivi dalle 10 alle 18