Stampa
15
Dic
2005

LA FOTOGRAFIA DI ARAKI DA MARCO CANEPA

Pin It
Il suo nome evoca atmosfere sospese, ove la donna diventa materia díarte. Oggetto del desiderio, fragile ma altero mistero che si offre allo sguardo senza sconti. Si chiama Nobuyoshi Araki ed Ë uno dei pi˘ celebrati fotografi contemporanei. Originario di Tokyo ñove Ë nato nel 1940- Ë maestro di un erotismo costruito come una complessa macchina teatrale. Le sue donne, vestite con abiti appartenenti alla tradizione nipponica, svelano la propria nudit‡ in situazioni ìdomesticheî e surreali al tempo stesso. La veloce e inodore societ‡ contemporanea resta alla soglia della rappresentazione di Araki, che respira i ritmi lenti e inebrianti di una sensualit‡ destabilizzante. La donna di Araki ha la plasticit‡ di una scultura classica: la luce ne accarezza le pelli chiarissime e le carni morbide, su cui le vesti si sciolgono e si aprono svelando una nudit‡ costretta da complessi sistemi di corde. Queste ultime impediscono il movimento alla donna, che spesso Ë immortalata in posizioni innaturali, rannicchiata in un angolo o sospesa da terra in balia del proprio destino. Tradizione, simbolismo ed erotismo sono la materia della fotografia di Araki, le cui opere (una ricca serie di polaroid a colori) sono in mostra fino a Natale alla Galleria Marco Canepa, Via Caffaro 20r. L. C.