Stampa
14
Ott
2006

LA SPEZIA INAUGURA LA MOSTRA DI G…RARD SCHNEIDER SCIAMI ABBAGLIANTI

Pin It
A La Spezia, La Galleria 911, Via del Torretto 48, propone oggi sabato 14 ottobre alle ore 18:00 e fino al 20 novembre 2006 una mostra di selezionate opere su carta dell’artista francese Gérard Schneider (1896-1986),annoverato tra le più genuine figure della pittura informale. L’evento artistico è inserito nelle iniziative promosse dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani (AMACI) sulla seconda giornata del contemporaneo.

La mostra è accompagnata da un testo di Valerio P.Cremolini, nel quale emerge il fecondo percorso creativo dell’artista di origine svizzera, avvalorato tra l’altro dalla assidua partecipazione a numerose rassegne internazionali, comprese Documenta Kassel e la Biennale di Venezia. Dopo una prima esperienza nel 1948, Schneider è presente a Venezia nel 1954 nel Padiglione francese con Roger Bissière, Maurice Estève, Hans Hartung, Maria Elena Vieira da Silva, Nicolas de Staël, e successivamente nel 1966 indicando il proprio convinto sostegno alla pittura astratta, considerata «l’apoteosi di tutta la storia dell’arte»

«Nel gesto del pittore – scrive Cremolini - si declina energia e drammaticità, automatismo e vigore esistenziale, esuberanza, fisicità, irruenza sentimentale; c’è la schietta comunione fra spirito e  materia; c’è la capacità «di dare una pennellata sulla tela vergine, impregnata di un colore, che istantaneamente diventa forma»(M.Ragon). Non improvvisazione, dunque, ma consapevolezza di esprimere una riflessione intellettuale affidata ad una gestualità estremamente colta, che in sciami abbaglianti celebra la sintesi compiuta  fra il colore e la forma, complementari nel processo operativo, tramite il quale Schneider aspira ad approdare ad una pittura dove tutte le parti si integrano in un insieme orchestrale».

Nel 1975 il Ministero della Cultura francese tributerà grandi onori all’artista con la consegna del Gran Premio Nazionale delle Arti.