Stampa
17
Mag
2008

LA SPEZIA RODOLFO ZANCOLLI L'ALBUM DEI RICORDI DELLA CITTA'

Pin It

La città in fermo immagine: blocca lo scorrere degli anni la mostra fotografica Rodolfo Zancolli: autoritratto di una città, alla Palazzina delle Arti di via del Prione, sede del Museo Civico Etnografico Giovanni Podenzana e del Museo Diocesano. Un viaggio tra le immagini della Spezia dei primi decenni del Novecento, un itinerario che conduce tra le mille facce - e le mille atmosfere - della città raccontata attraverso lo sguardo attento di un testimone dell'epoca. Un doppio omaggio, alla memoria di un grande fotografo e al fascino del passato della città. Un percorso nello spazio e nel tempo, visitato da oltre tremila spettatori fino ad oggi: un successo di pubblico che è all'origine della decisione di prorogare la rassegna fino al 25 maggio.


Rodolfo Zancolli ha raccontato per più di mezzo secolo la vita della sua Spezia. Testimone riconosciuto dei propri tempi, nel 1924 riceve dal Comune l'incarico di realizzare un album fotografico dedicato alla città e ai dintorni da donare al re d'Italia, in occasione della sua visita ufficiale per salutare la partenza della crociera commerciale della nave Italia alla volta dell'America Latina, in un viaggio per la propaganda dei prodotti nazionali. Cento fotografie per l'autoritratto della città: oggi un prezioso album dei ricordi.

Un esemplare dell'album, la copia destinata all'allora governatore d'Italia Benito Mussolini, è stato recentemente rintracciato sul mercato antiquario e acquisito. Nasce così la rassegna organizzata dal Comune della Spezia, Istituzione per i Servizi Culturali, Archivio Fotografico e Multimediale Sergio Fregoso in collaborazione con Regione Liguria e LeClerc Conad di Santo Stefano Magra, che regala a cittadini e curiosi cento immagini d'altri tempi.

La mostra è aperta dal mercoledì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, martedì solo nel pomeriggio. Il giorno di chiusura è il lunedì. Per altre informazioni, laspeziacultura.it.