Stampa
05
Apr
2006

LE OPERE DI SALVO IN MOSTRA DA MARCO CANEPA DAL 6 APRILE

Pin It
SALVO marco canepa arte contemporanea inaugurazione il 6 aprile ore 18/21 saraí presente líartista dal 6 aprile al 19 maggio 2006 dal lunedÏ al venerdi dalle ore 15 alle 19 e su appuntamento via caffaro 20 r. 16124 Genova tel. 0102461671 marco.canepa@libero.it Si inaugura presso la galleria Marco Canepa di Genova la personale di Salvo, importante esponente della pittura italiana contemporanea. La sua opera si pone come sistema linguistico a se stante dove il segno eí sottoposto a infinite varianti nellíambito di uno schema unitario apparentemente codificato. Qualunque sia líelemento di ispirazione e qualunque sia il soggetto rappresentato líartista sviluppa un percorso autonomo allíinterno del quale líimmagine evidenzia líaspetto semantico , quali sono i paesaggi invernali, le periferie, i notturni come modelli linguistici di riferimento destinati a subire líintervento risolutore dellíartista. Non ci troviamo davanti ad una realtaí fisica che líartista interpreta, bensií di fronte ad elementi aprioristici, a forma giaí date su cui Salvo interviene attraverso una pittura che coglie gli aspetti essenziali in base ad una sintesi visiva che tende verso la riduzione concettuale. Pur nel rispetto di alcune regole formali, Salvo interviene sul paesaggio sino a renderlo sintetico, come se in quei luoghi caratterizzati da case senza finestre o da nuvole simili a batuffoli di lana non circolasse piuí líaria e tutto facesse parte di un artificio esibito. Al contrario di quanto si possa pensare, la sua opera non eí affatto rassicurante o consolatoria ma ci pone dinanzi ad un universo allucinato fatto di immagini smaterializzate , di facciate dipinte con colori psichedelici in un enfasi barocca che nasconde un senso di sottile inquietudine e disagio. Líuniverso di Salvo ci affascina per la sua vericidaí presunta o per líartificio esibito, nellíambito di una rappresentazione linguistica che esalta , come ha scritto lui stesso ìla differenza nellíeguaglianza. Lo scontato imprevedibile. La novitaí nel vecchio.î