Stampa
29
Mar
2007

LINEE ALLíORIZZONTE PAESAGGI TRA DESCRIZIONE E ASTRAZIONE ALLA GAM DI GENOVA NERVI

Pin It
Fino al 10 giugno 2007

Artisti contemporanei tra i più noti e tra i più legati ad una ricerca sulla “linea” si confrontano con l’orizzonte delle collezioni d’arte esposte in permanenza e con l’orizzonte naturale dei parchi storici e del mare che, al di là degli spazi espositivi interni, si scorge dalle finestre delle antiche ville dei Musei di Nervi.
Si inaugura oggi, venerdì 9 marzo, la mostra “LINEE ALL’ORIZZONTE - Paesaggi tra descrizione e astrazione”, ospitata dalla Galleria d’Arte Moderna e dalle Raccolte Frugone di Nervi e organizzata dal Comune di Genova in collaborazione con Palazzo Ducale S.p.A.
La rassegna, a cura di Maurizio Sciaccaluga con la collaborazione di  Maria Flora Giubilei, propone dal 10 marzo al 10 giugno nelle due sedi - Galleria d'Arte Moderna e Raccolte Frugone - oltre 50 artisti contemporanei che operano una riflessione sul paesaggio contemporaneo in contrapposizione con la tradizione ottocentesca.
Linee all’orizzonte è una sintesi degli ultimi sviluppi di un genere pittorico cardine nella storia dell’arte e profondamente radicato nella tradizione: il paesaggio. La selezione delle opere contemporanee prevede in esposizione, oltre ad opere pittoriche, fotografie e installazioni.
Al desiderio di descrivere e comunicare impressioni si sovrappongono  l’intenzione di stupire e  di provocare. La mostra percorre i cammini della rappresentazione del paesaggio oggi, passando dagli orizzonti reali a quelli interiori, dai panorami del mondo a quelli tipici della disquisizione pittorica.
E se, da una parte, c’è chi osteggia una invincibile voglia di descrizione, un amore inaffondabile per il racconto, dall’altra l’idea del paesaggio può finire col confrontarsi, ed essere vinta, dalla cultura astratta, dalle lezioni dell’informale e del geometrico più puro.
L’esposizione,  presentata nelle diverse sedi del Polo Museale di Nervi, realizzata con il sostegno di Marina Porto Antico e con la sponsorizzazione istituzionale di Bagliani Immobiliare, propone opere che dialogano con le collezioni permanenti della Gam e delle Raccolte Frugone, con gli antichi contenitori e con l’eccezionale contesto paesaggistico dei parchi storici di Nervi, e rimandano persino alla città medievale che da lontano si allunga fino alla Riviera.
La selezione delle opere tratta e approfondisce il ruolo della linea nella storia artistica attuale: quella linea impercettibile e lontanissima che descrive l’orizzonte e crea il paesaggio, ma che è anche capace di costruire razionalmente o astrattamente panorami del tutto emotivi e mentali.
La mostra “Linee  all’Orizzonte” affronta l’antico genere artistico del paesaggio privilegiando la rappresentazione geometrica degli orizzonti e presenta molte tra le ricerche che riescono a raccontare lo spazio  attraverso uno studio razionale, ordinato, ossessivo.
L’esposizione celebra la linea e la sua capacità di mettere in  scena il mondo intero, quella sua valenza metaforica in grado di  sintetizzare l’universo in un unico tratto. Oltre cinquanta artisti con numerose opere e installazioni, esposti all’interno delle collezioni permanenti del  museo, mostrano come la geometria possa relazionarsi alla voglia di  raccontare il paesaggio, in un continuo alternarsi e sovrapporsi di  figurazione e astrazione, di rigore e assoluta poesia, tra l’ Ottocento e la Contemporaneità.
Da Tunick ai  Becher, da Halley a Struth, da Basilico a Christo, a Noland, gli  autori in mostra racchiudono i loro sguardi in pochi tratti, in una  successione rigorosa di righe e di rette, che ricordano come, dietro  l’orizzonte, paesaggistico, urbano, interiore, possano esserci ancora e sempre nuovi mondi da  scoprire.


Gli Artisti in Mostra

Massimiliano Alioto, Maddalena Ambrosio, Matteo Basilè, Gabriele Basilico, Matteo Bergamasco, Bernd & Hilla Becher, Corrado Bonomi,  James Brown, Cai Guo-Qiang,  Andrea Chiesi, Christo, Giacomo Costa, Ronnie Cutrone, Aldo Damioli, Leonida De Filippi, Francesco De Molfetta, Paolo Fiorentino, Roberto Floreani, Maurizio Galimberti, Francesca Galliani,  Marina Giannobi, Piero Guccione, Franco Guerzoni, Peter Halley, Hans Hartung, Fathi Hassan, Pier Paolo Koss, Alessandro Lupi,

Jason Martin, Hiroyuki Masuyama, Gian Marco Montesano, Marco Neri,  Kenneth Noland, Occhiomagico, Lucio Perone, Peppe Perone, Marco Petrus, Luca Pignatelli, Antonello Plantamura, Tom Porta, Antonio Riello, Salvo, Paolo Serra, Medhat Shafik, Toshio Shibata, Alessandro Spadari, Carlo Steiner, Thomas Struth, Philip Taaffe, Spencer Tunick, Vittorio Valente, Dany Vescovi, Massimo Vitali, Corrado Zeni.


Allestimenti a cura di Giulio Sommariva e Danilo Cafferrata.
Grafica: Paola Marelli
Catalogo: Edizioni Maretti