Stampa
16
Set
2011

Lo scultore russo Stepan Erzia e l’Italia

Pin It

alt Santa Margherita Ligure.Mercoledì prossimo e fino al 2 ottobre l’Associazione “Spazio Aperto di Via dell’Arco” ospiterà la Fondazione Internazionale delle Arti “Stepan Erzia” in occasione del 135° anniversario

el grande scultore russo Stepan Nefjedov Erzia (1876-1959). Si tratta della prima mostra in Italia nell’ambito del progetto “Lo scultore russo Erzia e l’Italia”: saranno esposte copie esclusive delle opere originali dei lavori di Stepan Erzia facenti parte di collezioni private e pubbliche che si trovano sia a Mosca sia in raccolte straniere, quindi difficilmente accessibili.


Nel 1911 Stepan Erzia partecipò all’Esposizione Internazionale di Roma, imparò ad amare il marmo di Carrara e visse fino a tutto il 1914 in provincia di La Spezia: nel suo ricordo è stata creata una fondazione a Mosca, presieduta da Michail Zuralev. Durante la mostra saranno presentate anche le numerose pubblicazioni disponibili, molte provenienti dall’archivio di Erzia. Saranno proiettate diapositive sulla vita e l’attività artistica: notevole la realizzazione della copia della statua del Giovanni Battista, che Erzia realizzò in Italia agli inizi del secolo scorso per la parrocchia di Fezzano (SP).

 Questo evento fa parte di un progetto che si svilupperà in altre numerose località europee e americane, con l’obiettivo di far conoscere l’attività di ricerca e recupero svolta dagli esperti della Fondazione. Appuntamento mercoledì 21 settembre alle ore 20.00 in via dell’Arco 38 a Santa Margherita Ligure; l’esposizione rimarrà aperta fino al 2 ottobre, con orario dalle 16 alle 21. L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.