Stampa
03
Mar
2006

OTTOCENTO IN SALOTTO ALLA GAM DAL 4 MARZO AL 4 GIUGNO

Pin It
Ottocento in salotto Cultura, vita privata e affari tra Genova e Napoli 4 marzo - 4 giugno 2006 Genova Nervi, Galleria d'Arte Moderna Il racconto di una storia familiare avvincente e sullo sfondo due grandi citt‡ italiane del secondo Ottocento: Genova e Napoli. Nel 1867 Teresa Oneto (1847-1934), figlia di un ricco "negoziante" e banchiere genovese, sposava a Genova il napoletano Benedetto Maglione (1841-1892), discendente di un'altrettanto illustre famiglia di origine ligure. » l'inizio di un'affascinante vicenda di interessi culturali vasti e originali, indissolubilmente intrecciati con le vicende biografiche e familiari dei suoi protagonisti. Dopo essersi messi in luce a Genova, dove, insieme con il padre di Benedetto, il senatore Girolamo (1814-1895), acquistarono alcuni importanti dipinti degli artisti liguri pi˘ innovativi del momento, Benedetto e Teresa si trasferirono stabilmente a Napoli. Qui la coppia si segnalÚ per un'intensa e appassionata attivit‡ di promozione culturale e collezionismo, spaziando dall'arte contemporanea alla bibliofilia, dalla musica alle arti decorative d'epoca. Mecenati di Domenico Morelli, che fu per essi anche consulente per l'arredamento e suggeritore di scelte collezionistiche, i Maglione parteciparono come prestatori e acquirenti alle esposizioni napoletane, ma anche a importanti rassegne nazionali e internazionali. Mentre Benedetto raccoglieva nella sua biblioteca un considerevole numero di incunaboli e volumi rari e di pregio, marito e moglie insieme, lui violinista e lei pianista, diedero anche vita a un noto salotto musicale. Definito "vero tempio della musica", esso ospitÚ e sostenne giovani talenti e favorÏ la nascita di un gusto aggiornato sui grandi compositori europei all'epoca quasi del tutto sconosciuti in Italia. L'attivit‡ del salotto proseguÏ anche nel lungo periodo in cui Teresa - che da subito ne era stata protagonista, rivelando le sue qualit‡ intellettuali e soprattutto il suo ruolo di donna emancipata e desiderosa di affermazione - restÚ vedova. In parallelo si svolgeva la vicenda del pittore ligure Benedetto Musso, cugino dei Maglione, testimoniata da alcuni dipinti di particolare lirismo, evocativi della romantica e travagliata relazione amorosa che egli intrattenne con Erminia Radion, giovane moglie di un altro rappresentante della famiglia Maglione, anch'essa donna straordinariamente anticonformista. Sottoposta alla lente d'ingrandimento, la vicenda di questa famiglia della grande borghesia del secondo Ottocento consente di presentare opere d'arte di eccezionale qualit‡, firmate da alcuni dei maggiori protagonisti di quel tempo, come i meridionali Morelli, Gemito, Gigante, Palizzi, Dalbono, Tofano, D'Orsi, i settentrionali Induno e Ciardi, e i liguri Luxoro, Rayper, D'Andrade, De AvendaÒo e Musso, accanto a volumi antichi, ceramiche e porcellane, spartiti, manoscritti musicali e riviste d'epoca, abiti e suppellettili femminili. La mostra, organizzata dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della Liguria in collaborazione con il Comune di Genova e Palazzo Ducale S.p.A. e con l'apporto della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano Ë dunque un invito a entrare in un salotto di quell'epoca, ricostruito per l'occasione, tramite un allestimento suggestivo. Salotto come luogo fisico, ma anche come dimensione di un fortunato incontro tra pubblico e privato, amore per il bello e passione per la vita. Sede della mostra Galleria d'Arte Moderna con opere della Collezione Wolfson Villa Saluzzo Serra Via Capolungo 3 - 16167 Genova tel. 010.3726025 e-mail: gam@comune.genova.it Informazioni e prenotazioni tel. 010 3726025 biglietteriagam@comune.genova.it www.museigenova.it www.artiliguria.beniculturali.it Orari di visita ore 10 - 19 tutti i giorni eccetto il lunedÏ Prezzi *Mostra Ä 7,00 *Concerto e Mostra Ä 10,00 *Film e Mostra Ä 7,00 Bambini Ä 2,80 *Nel prezzo Ë inclusa la visita alla Galleria d'Arte Moderna La visita alla mostra Ë gratuita per chi acquista la TESSERA ANNUALE di ingresso al Polo Museale di Nervi Ä 12,00 Visite guidate per adulti e per le scolaresche su prenotazione tel. 010 3726025 biglietteriagam@comune.genova.it Come raggiungere la Galleria d'Arte Moderna Ferrovia: Treni locali e regionali da e per La Spezia con fermata alla stazione di Genova Nervi Treni metropolitani: Genova Voltri - Genova Nervi A12 uscita Genova-Nervi direzione Nervi centro Autobus AMT Linea 17: dal centro, fermata vicino a Piazza De Ferrari, via Dante, lato Banca d'Italia; dalla Stazione Ferroviaria di Genova Brignole, direzione Levante. Discesa all'ingresso del borgo di Nervi e corrispondenza col n. 517 per Capolungo (fermata davanti alla Galleria d'Arte Moderna).