Stampa
09
Nov
2005

PETER GREENAWAY A VILLA CROCE CON THE CHILDREN OF URANIUM

Pin It
Peter Greenaway sbarca a Genova per presentare in anteprima mondiale il progetto ìThe Children of Uraniumî, realizzato insieme alla compagna Saskia Boddeke -regista díopera e di teatro- con le musiche di Andrea Liberovici. Lo spettacolo Ë un mix esplosivo di musica, teatro e installazione che si snoda attraverso gli eleganti spazi del Museo díarte contemporanea di Villa Croce, completamente reinventati dal geniale allestimento. Fil rouge del progetto Ë líuranio: simbolo della modernit‡ ma soprattutto del terrore in cui vive líuomo contemporaneo, che non puÚ pi˘ pensare la propria esistenza senza tenere conto della costante minaccia del nucleare. Lo spettacolo invita il visitatore a vagare: a fermarsi per assistere alle performance degli attori il tempo che sente necessario, senza percorsi o tappe obbligate. Il progetto Ë strutturato in otto ìtappeî, ove síincontrano i personaggi che, in un modo o nellíaltro, hanno portato líuranio ad essere sinonimo di distruzione e morte. Protagonisti dello spettacolo sono Joseph Smith, fondatore della setta dei Mormoni e Madame Curie, che scoprÏ per prima le conseguenze dellíesposizione alle radiazioni. Einstein e Newton. E ancora, Oppenheimer, che costruÏ la prima bomba atomica e tre leader politici: Krushev, Gorbaciov e Gorge W. Bush. Non mancano allíappello Moroni ñlíangelo americano del mormone Joseph Smith- che fa da mediatore e líingorda Eva, che non riesce a staccarsi dalla fatidica mela, simbolo per eccellenza della tentazione della conoscenza che líuomo cela dentro di sÈ. Uno spettacolo eccezionale, visitabile dallí11 novembre 2005 al 18 dicembre 2006. MartedÏ, mercoledÏ e domenica dalle 11 alle 18. GiovedÏ, venerdÏ e sabato dalle 15 alle 21. L.C.