Stampa
15
Apr
2006

"IL CORPO IN MUTAZIONE" ALLO STUDIO B2 DA MERCOLEDI' 19 APRILE

Pin It
studio B2 via san luca, 1/9∞ - 2∞ piano 16124 genova tel.+39.010.2462543 fax +39.010.2518478 studiob2ge@virgilio.it Lo studio B2 comunica che il giorno mercoledÏ 19 Aprile alle ore 18 inaugurer‡ una mostra collettiva degli artisti Humu/Claudio Bizzotto, Luciana Gallo, Jason Maddock, Vittoria Marziari, Maria Luisa Ritorno, Pietro Soriani dal titolo ìIL CORPO IN MUTAZIONEî. La mostra sar‡ visibile tutti i giorni fino al 6 Maggio, festivi e lunedÏ esclusi, dalle ore 16 alle 19 nello spazio espositivo di Via San Luca 1/9a - 2∞ piano. OPERE DI: Humu/Claudio Bizzotto, Luciana Gallo, Jason Maddock, Vittoria Marziari, Maria Luisa Ritorno, Pietro Soriani. In mostra opere che trattano del corpo// figure in bronzo // una umanit‡ vicina al quotidiano // la figura dellíuomo contemporaneo // líoggettivit‡ del corpo. James Gibson in Perception of the Visual World scriveva che ì il campo visivo (la visione e líinterpretazione (ndr) Ë semplicemente il modo pittorico (líinterpretazione artistica (ndr) della percezione visiva e dipende in ultima analisi non dalle condizioni di stimolo ma dalle condizioni di atteggiamento. In altre parole il campo visivo Ë il prodotto dellíabitudine cronica degli uomini civili di vedere il mondo come un quadro (come una rappresentazione (ndr)î. Un tema sÏ usurato, ma ineludibile come il corpo umano: fino a giungere alle mutazioni e alle lacerazioni inflitte al corpo dalla Body Art in una volont‡ deliberata di degradare il ìcorpo miticoî. I corpi non come modelli ideali ma come oggetti pulsionali; e,ancora, i surrealisti: che praticando le vie dellíinconscio sottoposero i corpi a trasformazioni brutali ( mentre Dix e Grosz mostrarono, semplicemente ma inimitabilmente, (soltanto?) corpi brutti, sfatti, esteticamente osceni.) Invenzioni come omaggi, per nulla assurdi, allíuomo contemporaneo. Vibrazioni visionarie e di dolore: ovvero líesplicitazione di un malessere e di una solitudine condivise e diffuse. TalchÈ la forza espressiva dei lavori esposti contiene líangoscia propria del nostro tempo, unica chiave di lettura per comprendere il senso delle opere. (Pier Giulio Bonifacio, Genova, Marzo 2006) Con la collaborazione di D'Ars Agency, MÌlano e di Pro Arte e.V., M¸nchen