Stampa
09
Mag
2006

"IL DEMONE QUOTIDIANO": LE OPERE DI ANTONIO FLAMMINIO IN MOSTRA AL GABBIANO DAL 13 MAGGIO

Pin It
Antonio Flamminio Il demone quotidiano periodo 13 maggio ñ 1 giugno 2006 sede espositiva La Spezia Circolo Culturale Galleria ìIl Gabbianoî ñ Arte Contemporanea via don Minzoni 53 (19124) (SP) ñ Italia ñ C.P. 181 T 0187 733000 orario martedÏ ñ sabato 17.00 ñ 20.00 / domenica e lunedÏ chiuso inaugurazione sabato 13 maggio 2006, ore 18.00 testo e notizie Antonio Flamminio, artista genovese, Ë stato allievo allíAccademia Ligustica di Raimondo Sirotti e Rocco Borella. Dopo un periodo formativo a carattere neofigurativo e materico si Ë interessato allíespressionismo razionale astratto con intenti artistico-sociali, sviluppando una ricerca nellíambito dellíinterazione dei campi gestaltico, fenomenologico e topologico. Questo lavoro ha poi assunto aspetti di metodo minimal-concettuale dagli esiti formali comunque astratto-concreti, producendo opere da lui definite ìoggetti per la ginnastica mentaleî: periodo culminato nel 1979 con la mostra ìArte e Scienzaî presentata al Teatro Falcone di Palazzo Reale a Genova. Dopo una profonda riflessione sulla crisi della Modernit‡, ha iniziato nel 1986 la produzione di opere dai caratteri singolari e prettamente postmoderni che nei lavori della serie ìIl demone quotidianoî, di cui Ë parte questa personale spezzina, hanno assunto contenuti relazionali, intimistici, microemozionali, ispirati dalle manifestazioni del privato. Flamminio in questa personale al ìGabbianoî racconta pensieri e fatti che accadono in giro, momenti di storie quotidiane, proponendo composizioni di immagini, manufatti, scritte ed oggetti, tutti insieme frammisti in una complessa tecnica mista: piccole scene di un presepe postmoderno presentate come una sorta di gioco enigmistico semplice, abbastanza svelato. Líartista dal 1997 ha intensificato líattivit‡ artistica promuovendo esposizioni personali e partecipando a numerose manifestazioni collettive e/o tematiche in Italia e allíestero. NELLE IMMAGINI: Antonio Flamminio, E' un collezionista d'arte..., 2004, comp. su tagliere in perspex, cm 48x30x10 A. F., Missed, 2004, microinstallazione composta in mensola, cm 46x36x22 A. F., Gelosia numero due, 2001, dittico su perspex, cm 80x80