Stampa
12
Giu
2006

"MAGICO BATTAINI": UNA MOSTRA A RAPALLO, DAL 16 GIUGNO

Pin It
ìMagicoî Battaini Nellíhotel Italia e Lido di Rapallo inaugura il 16 giugno la mostra dedicata a uno dei maggiori esponenti del gruppo ìNovecentoî La mostra-evento ìMagico Battainiî sar‡ inaugurata venerdÏ 16 giugno nelle sale di rappresentanza dellíhotel Italia e Lido di Rapallo (Lungomare Castello 1- tel. +39.0185.50492). Líesposizione, dedicata a Rino Gaspare Battaini, mette in risalto a oltre quarantíanni dalla scomparsa del maestro, una delle qualit‡ essenziali del grande artista nato a Milano nel 1898. La rassegna comprende un consistente numero di opere, circa una trentina, che attualmente arredano le camere dellíhotel Italia e Lido. La mostra, curata e presentata in catalogo dal critico Germano Beringheli, si potr‡ visitare tutti i giorni, fino al 15 luglio, dalle ore 18.00 alle 22.00. Líartista protagonista dellíesposizione Ë uno degli esponenti di rilievo del gruppo ìNovecentoî, con il quale partecipÚ alla prima mostra del Movimento (Milano, 1926). Battaini aderÏ con lo scrittore Massimo Bontempelli alla realizzazione del ìRealismo Magicoî, una delle correnti artistico-letterarie pi˘ significative, insieme a quella ìMetafisicaî, degli inizi del ë900. Il movimento si rifaceva alla tradizione nazionale, prendendo spunto dai modelli del Rinascimento. Rino Gaspare Battaini fornisce nelle sue opere una rappresentazione realistica degli oggetti, in uníimmobilit‡ quasi estatica, in cui il tempo appare come bloccato. I tratti sono precisi, curati nei particolari e definiti nello spazio; luce, atmosfera e sospensione sono gli elementi di uno scenario quasi magico. Scrive nel catalogo, a proposito dellíartista, Germano Beringheli: "La qualit‡ propositiva delle opere di Battaini Ë verificabile, inoltre, nelle nature morte di cui 'La lepre', presente in mostra, Ë esemplare per la straordinaria forza visionari, capace di mettere a fuoco i timbri alti di materia cromatica e la capacit‡ a risolvere la visione in una esplicita verit‡ plastica, dovuta tanto alla lezione di CÈzanne come alla risoluzione di non comuni complicazioni tecniche". ìQuegli artisti volevano solo proclamarsi italiani, tradizionalisti, moderni. Affermavano fieramente di voler fermare nel tempo qualche aspetto nuovo della tradizioneî. CosÏ Margherita Sarfatti, nella sua Storia della pittura italiana, ricorda la nascita di ìNovecentoî, il movimento artistico da lei tenuto a battesimo nei primi anni ë20 e del quale fu líinstancabile organizzatrice per circa un decennio. Margherita Sarfatti, liquidata spesso solo come la musa del fascismo per i suoi rapporti intimi con Mussolini, di cui fu líamante per oltre un decennio, divenne una figura centrale nel mondo dellíarte, in Italia e allíestero. Molti intellettuali furono accolti al numero 93 di Corso Venezia, nel salotto milanese della Sarfatti divennero di casa Marinetti, Massimo Bontempelli, Ada Negri e artisti del calibro di Medardo Rosso e Arturo Martini. Note biografiche Remo Gaspare Battaini (Milano 1898 - Rapallo 1960). Pittore di considerevole importanza ha vissuto ed operato lungamente a Rapallo, ha esposto in diverse promotrici milanesi e, con successo, alla prima mostra di Novecento Italiano (Milano 1926). Ha tenuto personali a Bergamo, Biella, Genova, Varese, oltre che ad Amsterdam e a Londra. In particolare ricordiamo le mostre tenute a Milano nella Galleria Scopinich, 1932, e Genova nella Galleria Ranzini, 1959. Artista di ambito novecentista ha dipinto frequenti nature morte e composizioni di figure. Alcune opere sono custodite nella Galleria díArte Moderna di Milano.