Stampa
01
Mag
2006

"SEGNI DELLA MEMORIA": LE OPERE DI GIANCARLO FERRARIS IN MOSTRA AL MUSEO LUZZATI FINO AL 14 MAGGIO

Pin It
Segni della memoria mostra di GIANCARLO FERRARIS 29 aprile ñ 14 maggio 2006 Sabato 29 aprile 2006 alle ore 17.00, al Museo Luzzati a Porta Siberia si terr‡ líinaugurazione della mostra di Giancarlo Ferraris - Segni della Memoria Questa mostra, presentata dal Museo Luzzati a Porta Siberia, laboratorio di continua e fruttuosa sperimentazione artistica, di studio e ricerca, propone paesaggi, evocazioni di colline, costruzioni antiche, segnate dal tempo e animate da passanti ignari ed eroi omerici. Giancarlo Ferraris, artista poliedrico, trae ispirazione anche dallíarte greca, dalle figure deformate degli eroi che decorano i vasi attici: Achille, Ettore ed altri diventano i protagonisti di una immobilit‡ carica di pathos e mistero: secondo le parole dellíartista ìazione e personaggi sono bloccati in un attimo di eternit‡ silenziosaî. Le opere esposte, quasi tutte acrilico su tavola o tela, evidenziano líimportanza di una preparazione di base ricca, materia sulla quale si disegnano crepe e scalfiture. ìLa preparazione del fondo Ë fondamentaleî come sottolinea líartista ì si gioca con gesso, acrilico, colle viniliche, carte velineî. La mostra Ë articolata in due sezioni: pittura e opere grafiche, ed Ë arricchita da una grande istallazione a parete. Líidea di proporre la mostra a Genova, al Museo Luzzati a Porta Siberia, nasce da un sodalizio di amicizia con la citt‡, iniziato con líopera dello stampatore Piero Nebiolo e culminato con la realizzazione, insieme ad Emanuele Luzzati, del progetto di un Parco Artistico nel vigneto ìOrme su La Courtî nel 2002-2003, un percorso díarte tra i filari fatto di istallazioni, scorci ed evocazioni. Giancarlo Ferraris GIANCARLO FERRARIS Ë nato a S.Marzano Oliveto (Asti) nel 1950. Insegna Figura disegnata dal 1974 al 1984 al I Liceo Artistico di Torino. Inizia líattivit‡ di artista nel 1972 e da allora espone periodicamente le sue opere in personali e collettive: acquerelli, acrilici e soprattutto incisioni, che approfondisce frequentando lo studio di Mario Calandri e la stamperia di Piero Nebiolo. Si dedica contemporaneamente allíattivit‡ di grafico ed illustratore, ad iniziare dal 1975, creando illustrazioni, copertine e fumetti per numerose riviste. Svolge uníampia attivit‡ grafica nel campo del manifesto di pubblica utilit‡ e collabora con enti locali e consorzi nella veste di creativo, illustrando pubblicazioni e campagne promozionali, sviluppando un personale percorso illustrativo dotato di inconfondibile intensit‡. Ha creato manifesti e immagini per: Regione Piemonte, Provincia di Asti, Alfieri compagnia teatrale, Mostra antiquaria di Saluzzo, Cassa di Risparmio di Asti, Istituto Vino novello piemontese, Le citt‡ del vino, A.P.T. di Asti, Consorzi Barbera, Comune di Asti, Mercato antiquario dei vini di Montalcino, Movimento Turismo del Vino, La Cerca, Astifest, Maratona di Torino, Festival Teatrale Borgio Verezzi, Nardini editore di Firenze, ecc. Nel 1991 ha illustrato le Carte dei vini per la Regione Piemonte, nel 1992 ha pubblicato il libro di vignette e disegni ìEdenologiaî presso líeditore Sagittario, nel 1996 e nel 1997 sue etichette hanno vinto líargento allíInternational Packaging Competition del Vinitaly di Verona, nel 1999 ha vinto il concorso per ìLa pi˘ bella etichetta del 1998î indetto dal Centro Studi Grafici di Milano. 2000-2004, illustra per la Regione Piemonte calendari sullíartigianato piemontese. 2002-2003 realizza, insieme a Lele Luzzati, il progetto per il Parco artistico nel vigneto ìOrme su La Courtî. Nel 2003 suoi lavori sono inseriti nel volume di Paolo Menon: ìPer vino e per segno, le pi˘ belle etichette díautoreî. Nel 2006 realizza un calendario per le Olimpiadi Invernali per la Regione Piemonte. Hanno pubblicato articoli sui suoi lavori di grafica: La Stampa, Barolo & Co, Zoom, Enotria, Wine Spectator. Dal 1996 Ë presente nel Catalogo delle incisioni dellí800 e moderne edito da Prandi - Reggio Emilia, nel 1991 partecipa alla mostra internazionale ad invito ìEx libris tra Medicina e Arteî a Torino, e nel 1998 alla III Rassegna Nazionale dellíAcquaforte Contemporanea, Modica (RG). Attualmente Ë docente di Discipline pittoriche allíIstituto díArte di Acqui Terme. PERSONALI: 1972ñ Libreria IL PUNTO Asti, 1976ñ Galleria I FALOí Canelli, 1981ñ Galleria STUDIO LABORATORIO Torino, 1982ñ Galleria NUOVA PENELOPE Asti, 1983ñ Galleria LA CITTADELLA Torino, 1984ñ Galleria BERMAN Torino, Galleria LA FORNACE Asti, 1987ñLibreria INSONNIA Alessandria, 1988ñ Galleria BERMAN Torino, 1990ñ Galleria MICROí Torino, 1996ñ Libreria ALPHABETA Asti, Galleria MICROí Torino, 1997ñ Galleria IL PLATANO Asti, PUNTO ARTE Loazzolo, 1998- Cascina DANI Agliano, 1999ñ Galleria MICROí Torino, 2001- Cascina LA COURT Castelnuovo C., 2003- New York Consolato Italiano, 2004- Cascina LA GIRONDA Nizza Monferrato, 2006- Piemonte artistico e culturale, Torino. 2006-Museo Luzzati di Porta Siberia Genova. RECENSIONI E PRESENTAZIONI: Armando Brignolo, Ernesto Caballo, Paola DeíCavero, Marida Faussone, Renzo Guasco, Davide Lajolo, Giusi Mainardi, Carlin Petrini, Henrik Mansson, G.Giorgio Massara, Angelo Mistrangelo, Silvia Tarocco, Pino Mantovani. EDIZIONI: 1980 ñ Acquaforti aventi per tema insetti, cartella in cinquanta esemplari con quattro acquaforti e poesia di Baudelaire. 1984 ñ Piazze in Asti, a cura di B. Vergano, cartella in novanta esemplari con cinque acquaforti e testo di S. Taricco. 1994 ñ Bestiario, volume in centocinquanta esemplari con poesie di A. Vigevani e otto acquaforti. 1996 ñ Ancora un segno, cartella in venticinque esemplari con cinque acquaforti e poesia di A. Mistrangelo Museo Luzzati a Porta Siberia Il Museo Luzzati, dedicato allo straordinario scenografo e illustratore genovese, Ë stato inaugurato nel 2001 negli spazi suggestivi di Porta Siberia, ideata nel ë500 da Galeazzo Alessi e oggi resa allíoriginario splendore su progetto di Renzo Piano, grazie allíintervento della Societ‡ Porto Antico. Il Museo espone permanentemente le opere di Emanuele Luzzati: disegni, illustrazioni, bozzetti, scenografie, modellini teatrali presentati in mostre tematiche. Allíinterno del Museo Ë allestita una saletta di proiezione dove Ë possibile ammirare i filmati di animazione realizzati dal Maestro Luzzati. Il Museo gestisce inoltre líarchivio delle opere dellíartista. Il Museo Luzzati Ë concepito come un laboratorio di sperimentazione continua, un centro studi in cui Ë possibile conoscere, confrontarsi e crescere attraverso laboratori, atelier e approfondimenti. Presso il museo sono spesso ospitate anche mostre collaterali di altri artisti. Fino al 30 ottobre 2006 ospita la mostra ìEmanuele Luzzati. LíOpera Lirica del ë900î La mostra, in assoluta prima mondiale, raccoglie e documenta líattivit‡ di Emanuele Luzzati come scenografo di spettacoli ed opere di compositori del ë900: un periodo di confronti artistici fortemente innovativi, dal punto di vista musicale e scenografico. Bozzetti, modellini, manifesti, foto, proiezioni: il percorso allestito in Porta Siberia riguarda le scenografie e costumi che il Maestro ha ideato per le musiche di circa trenta compositori del secolo scorso, tra cui Stravinskij, Britten, Jan‡cek, Prokovíev, Richard Strauss, Humperdink. www.museoluzzati.it ñ museoluzzati@nugae.it 010 2530328 - 010 2518052