Stampa
19
Mag
2006

"TENDE A INFINITO" GIOVANI ARTISTI E UN CONCETTO MATEMATICO" IN MOSTRA A VENEZIA

Pin It
Tende a infinito Giovani artisti e un concetto matematico Palazzetto Tito, Dorsoduro 2826 Inaugurazione venerdÏ 28 aprile alle ore 18.00 Giudecca, Complesso SS Cosma e Damiano Inaugurazione venerdÏ 28 aprile ore 20.00 Dal 29 aprile al 29 maggio 2006 Spazi della Giudecca e di Palazzetto Tito Si sentiva la necessit‡ di creare un archivio per catalogare i lavori e i percorsi degli artisti che in tutti questi anni hanno partecipato alle mostre collettive e alle manifestazioni promosse dalla Fondazione Bevilacqua La Masa. Un luogo di facile consultazione per critici, curatori e galleristi alla ricerca di nuovi nomi e forme di espressione artistiche che si stanno sviluppando nel nostro territorio. Nel 2003, la BLM ha aperto ufficialmente un archivio dedicato a chi lavora o studia a Venezia, a chi cerca uno spazio in cui poter essere protagonista. Nell¥arco di tre anni, l¥archivio dei giovani artisti della BLM ha raccolto oltre 600 iscrizioni ed altrettanti portfoli, collaborando con gli spazi milanesi di Viafarini e Care Of. Ora, dopo tre anni di vita, per la BLM Ë arrivato il momento di far vivere l¥archivio attraverso una mostra collettiva dedicata ai suoi artisti: Tende a Infinito. Giovani artisti e un concetto matematico. I curatori interni della Fondazione Bevilacqua La Masa, Stefano Coletto e Marco Ferraris, hanno stilato una rosa di trenta artisti veneziani, italiani e stranieri, coinvolgendo nel progetto le pi˘ diverse forme espressive: dalla fotografia alla pittura, dal video allíinstallazione, fino alla performance. Líobiettivo della mostra Ë di indagare l¥idea di opera d¥arte traendo ispirazione da alcuni principi appartenenti al campo della matematica, ovvero le nozioni di "tendere a infinito", di "intorno" e di "limite". Le opere esposte sono lavori inediti, frutto di una riflessione e di un confronto rispetto a termini che fungono da dispositivo concettuale. Le opere e gli interventi previsti in mostra si presentano come un insieme continuo di variazioni e di relazioni, potenzialmente infinite, costruite intorno ad un limite. La mostra si svolger‡ sia presso gli spazi della Giudecca, dove si trovano gli atelier che attualmente sono stati assegnati a otto giovani, sia nelle sale di Palazzetto Tito, prestigiosa sede espositiva della Fondazione. Gli artisti in mostra Alessandro Ambrosini, Giorgio Andreotta CalÚ, Mauro Arrighi, Michele Bazzana, Matteo Bergamelli, Vill Biola , Alvise Bittente, Boraxx, Ana Maria Bresciani, Marco Buziol, Raffaella Crispino, Martina Dinato, ELEC (Simone Lalli e Tibor Fabian) Intorno, Brunno Jahara, Koike Kensuke, Alessandro Laita, Michele Lamanna, Federico Maddalozzo, Timea Oravecz, Federica Palmarin, Sara Piovesan, Progettozero+, Antonio Scarponi, Alberto Tadiello, Nicola Toffolini, Nikola Uzunovski, Alessia Vettorello, Jinny MJ Yu, Sebastiano Zanetti, Davide Zucco Programma della serata di inaugurazione Lí inaugurazione di ìTende a Infinitoî non sar‡ soltanto líordinaria apertura di una mostra. Sar‡ un vero e proprio opening itinerante: una serie di opere-eventi pensati e realizzati dagli artisti per animare la serata che partiranno a Palazzetto Tito per trasferirsi presso gli atelier situati alla Giudecca. Líoverture sar‡ uníoccasione pensata per promuovere la giovane arte del territorio che la Bevilacqua La Masa segue e cataloga attraverso il suo archivio, un momento di incontro e di aggregazione scandito dalle performance di alcuni dei partecipanti in mostra. A Palazzetto Tito, Raffaella Crispino con il suo ì37.36î incoragger‡ la partecipazione dei presenti ad una lotteria il cui premio sar‡ rivelato soltanto dopo líestrazione del biglietto vincente, alla fine dei giochi. Alla Giudecca, una serie di interventi audio/video realizzati dagli artisti scandiranno in sequenza la serata. Ad aprire il programma, líopera del gruppo Intorno, uníindagine delle potenzialit‡ del medium radio messe a confronto con la dimensione spazio-temporale. A seguire, líintervento sonoro a cura di Emanuele Kabu Bortoluzzi che contestualizzer‡ líinstallazione di Davide Zucco enfatizzando i significati delle forme pittoriche. A seguire, la performance ìSoftly engagedî di Mauro Arrighi e Marco Buziol: un mixaggio di immagini tridimensionali e di suoni suddivisi in loop a creare infinite composizioni ed esperienze. A terminare, líintervento della coppia Vill Biola vs Boraxx da titolo ìThis Hellî, un esercizio ironico di decostruzione di immagini e suoni usati per stimolare la riflessione sulle dinamiche della comunicazione. Luogo: Palazzetto Tito, Dorsoduro 2826 Ore 18.00 "37.36" di Raffaella Crispino Dalle ore 18. 00 alle ore 19.20 distribuzione gratuita biglietti lotteria Ore 19.30 estrazione biglietto vincente si invita la partecipazione attiva del pubblico Luogo: complesso di SS Cosma e Damiano, Giudecca 620 Dalle ore 20.20 alle 21.00 ìLíarte del mestiere. Composizione per una radioî, a cura di Intorno Ascolto su frequenza 93,550 FM su Radio Base oppure in streaming su www.radiobase.net Ore 20.45 Performance sonora sullíinstallazione di Davide Zucco, a cura di Emanuele Kabu Bortoluzzi Ore 21.00 Performance audio/video di Mauro Arrighi e Marco Buziol ìSoftly engagedî Ore 21.30 Performance audio/video di Vill Biola vs Boraxx ìThis Hellî Ore 22.00 Djset Damis