Stampa
26
Mag
2007

SALA ANITA GARIBALDI GENOVA-NERVI VINCENZO LO SASSO ìLABBRAî DAL 26 MAGGIO AL 24 GIUGNO 2007

Pin It
Lungo la Panoramica a mare di Ge-Nervi, nell’incantevole Sala Anita Garibaldi inaugura la mostra di Vincenzo Lo Sasso “Labbra”, una selezione di 12 opere di dimensioni 50X70 e 70X70 cm.

Stampe fotografiche su alluminio metallizzato.

Il titolo  “Labbra” fa riferimento ad un gioco di cromatismi che, applicati ad una parte del corpo cosi sensibile, tradiscono stati d’animo e predisposizioni che sfuggono ad analisi a volte superficiali. Comunicare in afonia diventa alchimia per la vista, il tatto, il gusto e, a volte, l’olfatto. Le opere esposte di Lo Sasso riescono ad esprimere una forza inusuale che sfocia in  un espressionismo fotografico giocoso e al tempo stesso profondo che ci trasmettono “sensazioni che hanno a che vedere con la nostra contemporaneità difficile”, come bene scrive il Proff. Bruno Gabrielli . Immagini fotografiche elaborate e stampate su alluminio metallizzato. Elaborazioni ottenute con una tecnica personale strettamente legata all’opera pittorica che si avvale dell’uso di metalli per ottenere cromatismi inusuali,  “una ricerca che non potrà mai concludersi, perché aprirà sempre nuovi spazi interpretativi”.  

Nota biografica

Lo Sasso nasce a Taranto nel 1954, dopo aver frequentato studi di architettura inizia il percorso artistico giovanissimo con un’intensa attività pittorica utilizzando medium e supporti tradizionali. A ventitre anni scopre la fotografia, ed inizia una lunga e fruttuosa  collaborazione con testate come Vogue Italia, Vogue Bellezza, Uomo Mare,  Vogue travel, Linea Italiana. L’attività professionale si allarga al Teatro lavorando per il  Balletto d’arte contemporanea di SanPietroburgo e per il Teatro Stabile Ancona. Prosegue anche nel mondo dello spettacolo dove lavora per Eros Ramazzotti, Gianni Morandi, Anna Oxa, Spagna. La sua carriera prosegue e si concretizza anche in campo pubblicitario. Realizza lavori professionali per  Oreal, Wella, Schwarzkopf  e note aziende di moda, spostandosi  prevalentemente tra New York e Milano. Nel novembre 2006 partecipa invitato come artista alla prima esposizione Italiana organizzata da Casadecor al Parcheggio Traversi Milano. Nel Febbraio 2007 partecipa alla Fiera Luxory  and Yachts di Verona nella sezione allestimenti gallerie con un opera di 8 m x 3m x 3m. Nell’aprile 2007 inaugura, con il patrocinio del Comune di Genova e dell’Ordine degli Architetti di Genova, una personale dal titolo “Ghiaccio Bollente”, presso il Chiostro di S. Matteo di Genova (catalogo curato dal critico d’arte Maurizio Sciaccaluga, con la presentazione del Proff. Bruno Gabrielli Assessore alla Qualità Urbana del comune di Genova), le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.