Stampa
01
Mar
2008

SANREMO LODOLA ILLUMINA L' ARISTON

Pin It

Arti figurative e musica le passioni di Lodola che, nella mostra evento della 58° edizione del Festival di Sanremo, illumina con le sue installazioni visive la facciata del Teatro Ariston e del Casinò, per una "cosmesi urbana, un'arte che arriva a tutti ed entra concretamente nel quotidiano".

Marco Lodola lavora con cavi, materie plastiche, luci, scheletri al neon, plexiglass e le sue quattordici grandi figure illumineranno fino a maggio le facciate del Tempio della musica italiana e del Casinò di Sanremo. Ispirazione musicale per le sculture luminose di LodolAriston che raggiungono davvero tutti con il loro linguaggio immediato, frutto della grande esperienza artistica di lodola che da anni invade spazi altri rispetto a quelli propri delle arti figurative. Nascono così le sue collaborazioni con musicisti come i Timoria, gli 883 di Max Pezzali, Jovanotti e Renzo Arbore. Due universi che s'incontrano, dialogano e trasmettono al pubblico l'immediatezza di un nuovo linguaggio universale.

L'evento è accompagnato da un catalogo a cura di Luca Beatrice che avrà la forma di una custodia di trentatrè. Il volume conta diversi interventi tra cui quelli di Max Pezzali, Red Ronnie, Renzo Arbore, Omar Pedrini, Jovanotti, Andy dei Bluvertigo, Ivan Cattaneo, Aldo Busi, Paolo Belli, Syria e due testi inediti di Claudio Cecchetto e Piero Chiambretti.
Sono incluse inoltre tre poesie composte per l'occasione da Alda Merini.