Stampa
11
Apr
2006

SGUARDI INCROCIATI/CROSSED SIGHTS DAL 21 AL 30 APRILE DA EVVIVANOE' A CHERASCO

Pin It
evvivanoË esposizioni díarte via vittorio emanuele 56 cherasco (cn) îsguardi incrociati/crossed sightsî dal 21 al 30 aprile Dal 21 al 30 aprile evvivanoË esposizioni díarte (via Vittorio Emanuele 56 a Cherasco) ospita gli ìsguardi incrociatiî sulle olimpiadi invernali di Torino2006 dei fotografi Janis Pipars, lituano, e Giorgio Sandrone, torinese. La mostra díimmagini ìsguardi incrociati/crossed sightsî Ë organizzata in collaborazione con líAssessorato alla Cultura della Citt‡ di Cherasco. Il vernissage Ë in programma venerdÏ 21 aprile alle 18; quindi apertura fino al 30 con orario 9,30-12 e 15,30-19 dal mercoledÏ alla domenica. Janis Pipars Ë fotografo documentarista, free-lance dal 1999, che inizia la sua carriera lavorando allíAccademia di Cultura Lituana come fotoreporter per líagenzia di stampa AFI. Recentemente ha seguito la rivoluzione arancione in Ucraina ed Ë stato testimone di molti avvenimenti nella striscia di Gaza. Eí rappresentato dallíagenzia WorldPictureNews; ha pubblicato sul New York Times e Time Magazine. Vive a Riga. Giorgio Sandrone, anche lui fotografo free-lance, inizia a fotografare molto presto, occupandosi in parallelo di prodotti audiovisivi di carattere documentaristico. Si dedica definitivamente alla fotografia dopo aver vissuto a Parigi grazie a una borsa di studio. Ha da poco realizzato ìGenerazione Falloutî, dedicato alle condizioni di vita nelle aree maggiormente colpite dalle radiazioni della centrale nucleare di Chernobyl. Eí rappresentato dallíagenzia Cosmos di Parigi. Eí nato a Carmagnola (Torino); vive nel capoluogo piemontese. Janis e Giorgio sono coetanei (28 anni) e si sono conosciuti per caso, incontrandosi a Torino durante i Giochi Olimpici. Occupati entrambi a ritrarre aspetti nÈ sportivi nÈ ufficiali di un evento che per quindici giorni ha coinvolto Torino nel mondo, hanno deciso proporre in questíesposizione dei ìpercorsi incrociatiî, come giovani fotografi interessati a documentare a quattro occhi ciÚ che accade attorno a loro. ´Con le fotografie di Sandrone e Pipars evvivanoË vuole far conoscere i lavori di due giovani di grande talento, che sanno innanzitutto cogliere líimmediatezza delle emozioni ñspiega Sara Merlino, la giovane direttrice artistica dello spazio espositivo cheraschese- Le loro opere sono infatti in grado di raccontare storie, persone, personaggi ed eventi, in modo autentico e mai banale. Offrono una lettura originale dellíappuntamento olimpico mondiale, mostrando estrema pulizia nella composizione dellíimmagine ma anche un senso vivido e partecipato rispetto ai dettagli e alle personalit‡ che sanno abilmente mettere in giocoª. Ulteriori informazioni saranno disponibili sul sito www.evvivanoe.it per contatti evvivanoÈ esposizioni díarte via vittorio emanuele 56 cherasco (cn) telefono 0172-48.95.08 email esposizioni@evvivanoe.it - website: www.evvivanoe.it