Stampa
18
Gen
2008

ULTIMI GIORNI PER VEDERE I SAN SEBASTIANO DI GUIDO RENI A PALAZZO ROSSO

Pin It

Ultimi giorni per visitare “Il tormento e l’estasi. Guido Reni – ISan Sebastiano a confronto da grandi musei del mondo” che chiuderà domenica 20 gennaio e si trasferirà a Londra presso la prestigiosa Dulwich Picture Gallery. Ad oggi oltre sono stati oltre 30.000 i visitatori che hanno ammirato le tele di Guido Reni. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno Palazzo Rosso ha fatto registrare un incremento del 62% dei visitatori paganti e, conseguentemente, un pari incremento negli incassi.

Grande successo dunque per una mostra senz’altro originale e dal livello scientifico molto alto. L’idea vincente è stata di mettere a confronto diretto cinque versioni di San Sebastiano del pittore emiliano, conservate in collezioni pubbliche, con la contestuale raccolta di tutte le informazioni storiche, critiche e tecniche disponibili su ciascuna opera.

Il progetto, partito da Genova, ha ottenuto il consenso di altri tre musei interessati, il Prado di Madrid, i Capitolini di Roma, il Museo de Arte de Ponce di Porto Rico (mentre per ragioni conservative non è stato reso possibile il prestito da parte del Louvre) e un’adesione entusiastica da parte della Dulwich Picture Gallery di Londra, la più antica collezione pubblica della Gran Bretagna.

Il catalogo, curato da Piero Boccardo, Direttore dei Musei di Strada Nuova, e Xavier Salomon, Chief Curator del museo londinese, oltre a contenere saggi sulle vicende e sulla fortuna iconografica di San Sebastiano (Karim Ressouni-Demigneux), sulla traiettoria dell’arte di Reni negli anni dieci del Seicento (Andrea Emiliani), sul ruolo di San Sebastiano nell’opera del pittore bolognese e sulla questione dell’“originale” e della bottega (Richard Spear), e sui diretti rapporti di Reni con la committenza genovese (Piero Boccardo), raccoglie le schede dei dipinti presi in considerazione (compreso quello del Louvre) redatte dai conservatori dei diversi musei, ed è stampato da Silvana Editoriale.

La mostra – curata da Piero Boccardo, direttore dei Musei di Strada Nuova, e da Xavier F. Salomon, chief curator Dulwich Picture Gallery Londra – è stata organizzata dal Settore Musei del Comune di Genova in collaborazione con Palazzo Ducale e grazie al contributo del Gruppo Boero.