Stampa
08
Nov
2005

UNA PITTRICE FRANCESE SOTTO LA LANTERNA: ANNE-GAELLE FEGER

Pin It
Anne-GaÎlle Feger Ë una giovane -classe 1972- pittrice bretone. Da qualche anno, dopo esperienze a Parigi, Berlino e Zurigo, si Ë trasferita in Italia. Prima nelle Langhe, ove ha conosciuto una natura isolata e selvaggia e infine a Genova. Affascinata dalle architetture della Superba, dal suo dedalo di vicoli e piazzette, non ha esitato ad interrompere i suoi viaggi e a stabilirvisi. La Feger ama parlare della ìsuaî Genova, bella e imprevedibile, ove una semplice passeggiata si trasforma in scoperta. Nella Superba ha trovato ispirazione per i suoi quadri, che ne recano traccia non in dettagli díarchitetture e pinnacoli ma in una suggestione pi˘ intima. Genova Ë evocata, in ciascuna delle sue opere (esposte a ottobre allíAlliance FranÁaise Galliera in Via Garibaldi), nei contrasti di luce e nellíapparizione improvvisa di certe silhouttes nere che scandiscono la composizione. La Feger lavora come gli antichi maestri, su tavole di legno che tratta in precedenza per ottenere superfici irregolari, adatte a ricevere ed esaltare un colore denso ed emozionale, che detta il ritmo di composizioni a met‡ strada tra astratto e figurativo. Punto di partenza della pittura della Feger Ë un immaginario ìnoirî, inquieto e magmatico, che si esprime attraverso un linguaggio libero da debiti culturali. La composizione Ë uno spazio ìin-progressî che pare non arrestarsi ai limiti del quadro ma andare oltre, per valicarlo. A dare profondit‡ a questíimpeto creativo, sono fuggevoli apparizioni: figure antropomorfe, piccoli animali di un bestiario immaginario che abitano uno spazio ricco díinedite ombre, che si rivelano solo ad uno sguardo attento. Luisa Castellini