Stampa
27
Mag
2006

AGENZIA ENTRATE E CONFITARMA SULLA TONNAGE TAX

Pin It
Convegno a Genova di Entrate e Confitarma sulla tonnage tax strumento per il rilancio della competitivit‡ dellíarmamento italiano ìTonnage tax: lo strumento fiscale per il rilancio della competitivit‡ della flotta europeaî Ë il titolo del convegno organizzato dallíAgenzia delle Entrate e da Confitarma, Confederazione italiana armatori, in programma alle 14 di martedÏ 30 maggio a Genova, presso la sala Piramide della direzione regionale della Liguria dellíAmministrazione fiscale, in via Fiume 2. Si tratta di un momento di confronto destinato in particolare agli armatori, agli agenti marittimi e ai professionisti che curano bilanci e adempimenti fiscali delle imprese marittime: verranno affrontate in modo approfondito le diverse tematiche legate allíintroduzione della tonnage tax, il regime opzionale di determinazione forfetaria che assume quale base di riferimento il tonnellaggio delle imprese marittime. La norma, introdotta nel 2004, mira infatti a rafforzare la competitivit‡ dellíarmamento italiano, adeguando il regime fiscale del settore a quello dei principali Paesi marittimi europei, secondo quanto indicato dalla Commissione Ue. I lavori del convegno verranno aperti dal direttore regionale dellíAgenzia delle Entrate, Enrico Pardi, dal tributarista esperto del settore, Carlo Bindella, dal presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, da quello della provincia di Genova, Alessandro Repetto, e dal sindaco del capoluogo ligure, Giuseppe Pericu. Durante líincontro verranno affrontati aspetti economici, normativi e di natura pratica: sono previsti gli interventi di Pier Luigi Foschi, presidente e amministratore delegato della Costa Crociere Spa e vice presidente di Confitarma, di Maurizio Salce, vice presidente Italia Marittima Spa, Bartolomeo Carini, della commissione Finanza e Diritto díimpresa di Confitarma, di Stefano Schiavello, tributarista. I lavori saranno conclusi da Vincenzo Busa, direttore centrale Normativa e Contenzioso dellíAgenzia delle Entrate, e da Stefano Messina, amministratore delegato di Ignazio Messina & C. Spa e vice presidente di Confitarma.