Stampa
27
Set
2006

BORDIGHERA DESCU RUNDU IL POLO DELLA ENO GASTRONOMIA MADE IN LIGURIA

Pin It

A Bordighera alcuni ristoranti hanno deciso di unirsi e di chiamarsi "Descu Rundu" ovvero la tavola rotonda.
Una tavola che ben presto viene imbandita di ogni libagione con rara perizia e proffessionalita' da loro, ristoratori bordigotti,che vogliono crescere ancora, rispetto ad un pur importante presente, che li vede distinguersi nel panorama del Ponente (e non solo).
La filosofia e gli intenti possono appunto riassumersi proprio nel nome di questa “sacra alleanza”: l’uso del dialetto come segnale di attaccamento alla tradizione ed al territorio, la tavola rotonda come invito a sedersi attorno e vivere il piacere della buona cucina ; infine come segno di una unione di intenti tra professionisti aperti tra loro al dialogo ed alla convivialità.
Quello che li unisce è una certa “filosofia di gestione” come amano chiamarla. Andando oltre inutili e insane rivalità hanno inteso scoprire fascino e costruttività di una avventura che li unisca mettendo a frutto esperienze e conoscenza, l’immagine vincente progressivamente costruita facendo di Bordighera un polo di rilievo della eno-gastronomia “Made in Liguria”.
Sinergie feconde dunque e amore per il proprio lavoro gli “ingredienti” essenziali di questa nuova sfida dagli obiettivi chiari che snocciolano senza esitazioni:mantenere e ulteriormente migliorare la qualità della proposta, organizzare e promuovere eventi, serate speciali, incontri sul tema dell’alimentazione, del cibo e del vino caratterizzati anche da uno spirito leggero e giocoso, nonsenza collegamenti e rapporti con il mondo della “grande” cucina.
In quest’ottica si ritiene importante valorizzare, ognuno nell’ambito del proprio tipo di offerta, le risorse del nostro territorio, e del nostro mare, con un attento sguardo alla tradizione culinaria e all’impegno dei produttori locali.
Una sfida che va anche oltre: "Descu Rundu" può diventare un organismo di promozione commerciale e culturale per la città stessa magari attuando partnership con realtà produttive e di servizi vicine alla sua sfera lavorativa.
Ora sono in cinque intorno al tavolo: un numero che può aumentare.
Ogni esercizio che sia in linea con la filosofia del “Descu” e che dunque persegua l’obiettivo della qualità e della soddisfazione del cliente può chiedere di entrare a sedersi…intorno al tavolo.