Stampa
19
Dic
2005

CENTRO STUDI "MEDI"

Pin It
Genova vista dagli altri. Il settimanale "Anna" in un'inchiesta sull'emigrazione vha descritto cosÏ la situazione genovese:"A Genova l'emergenza rischia di esplodere soprattutto nella cmunit‡ ecuadoriana,la pi˘ numerosa,che oggi conta 11 mila residenti. Tra loro,moltissime donne,collaboratrici domestiche,spesso vittime di mariti alcolizzati e violenti. "Al pronto soccorso dell'ospedale di Genova,racconta Fatima,mediatrice culturale,le donne ecuadoriane chiedono in piena notte di farsi medicare perchË sono state picchiate .Tanti uomini,arrivati in Italia per raggiungere le loro famiglie, non hanno trovato un lavoro stabile e passano la giornata ubriacandosi". Negli ultim anni le bande criminali formate da adolescenti ecuadoriani si sono create e moltiplicate. La pi˘ conosciuta Ë quella dei Pitufos,i Puffi: passano le loro giornate per strada a bere birra e a sfidare bande rivali. Il Centro Studi "Medi" (Migrazioni nel Mediterraneo) ha realizzato una ricerca sul disagio degli adolescenti "Il fantasma delle bande",curato da Andrea Torre e Luca Queirolo Palmas." A Genova sono emersi in anticipo tensioni e conflitti che stanno divampando in altre citt‡, perchË i figli degli immigrati non accettano di rimanere fermi ai gradini inferiori della scala sociale" ha scritto nella prefazione il sociologo genovese Maurizio Ambrosini. "Fallimenti scolastici, marginalit‡ e comportamenti devianti sono la spia di un malessere che allarma e fa discutere". Il futuro degli stranieri dipende dalle opportunit‡ sociali che avranno. Bisogna dar loro una chance". CosÏ "Anna". E bisogna ch le nostre istituzioni si muovano. PerchË l'inchiesta ha dimostrato che a Genova le cose vanno peggio che dalle altre parti.