Stampa
07
Gen
2007

CHIAVARI I GIOVEDIí DELLA CINETECA AL CANTERO: VOLONT» ñ FRANCE CINEMA ñ VENTO DELLíEST

Pin It
Tre sezioni in questo primo programma 2007 dei giovedì della Cineteca al Cantero, la rassegna cinematografica retrospettiva organizzata dall’Associazione SenzaConfini e curata dalla Cineteca DWG in collaborazione con LAB 80 Film. La prima sezione, dedicata al Cinema Italiano, vuole essere un omaggio ad un’icona di quel cinema “contro” degli Anni Settanta: Gian Maria Volontè. Sono infatti in calendario due film-manifesto di quegli anni, Sbatti il mostro in prima pagina di Marco Bellocchio e La classe operaia va in paradiso di Elio Petri. Completa il ciclo un film quasi inedito, in quanto circuitato solo in pochissime città e forse in qualche sala d’essay: Stark System (1980) girato da Armenia Calducci, l’allora compagna di Volontè, su soggetto e sceneggiatura dell’attore.
Segnaliamo che Sbatti il mostro in prima pagina (giovedì 11/01) verrà introdotto da uno degli attori del film: Massimo Patrone, ora responsabile organizzativo della Cineteca DWG.

La sezione dedicata al Cinema Francese si apre con un rarissimo film del grande Marcel Carnè: Peccatori in blue jeans. Questo film è infatti assente da tempo sia dal grande che dal piccolo schermo. La copia che presentiamo è stata recentemente ritrovata dalla Cineteca DWG.
Segue la bravissima Isabelle Huppert nel capolavoro di Chabrol Un affaire de femmes. E’ un omaggio che anche noi facciamo alla Huppert in concomitanza con la rassegna cinematografica completata dalla bellissima mostra fotografica dedicata alla grande attrice francese organizzata dal Museo Nazionale del Cinema di Torino.
Conclude Le samourai del maestro del ‘noir’ francese Jean-Pierre Melville.  La terza sezione è invece dedicata al Cinema della ExJugoslavia e rappresenta l’occasione per rivedere o vedere per la prima volta autori ed opere di una cinematografia estremamente ricca e interessante, ma purtroppo, poco e mal distribuita nel nostro paese. Basti pensare che di tutta la produzione cinematografica dei paesi dell’Est in Italia arriva, quando si è fortunati, soltanto il dieci per cento. E’ importante, quindi, non perdere un film come Montenegro tango del bravo Dusan Makavejev, mentre vale la pena di vedere più di una volta Papà è in viaggio d’affari di Kusturica e infine, occasione unica, Il tempo dei miracoli di Goran Paskaljevic, distribuito da LAB 80 Film.  Del bravo regista serbo in Italia è stato distribuito nel circuito commerciale solamente La polveriera.  Come sempre l’orario degli spettacoli sarà alle 17:00 e alle 21:00.  Ogni proiezione sarà accompagnata da una scheda filmografica curata dall’Associazione SenzaConfini.