Stampa
19
Mag
2007

CITTA' GIUOCOSE UN PROGETTO: ARCIRAGAZZI- UNICEF- E AGESCI

Pin It

In occasione della ratifica della Dichiarazione dei Diritti per l’Infanzia e Adolescenza (27 maggio 1991) domenica 20 maggio Arciragazzi Genova, Unicef Liguria e Agesci lanciano il progetto “Città GiUocose” della Regione Liguria.   Domenica 20 maggio tutta Genova (dopo il lancio di domenica scorsa a Roma dove decine di migliaia di bambini/e hanno potuto invadere giocosamente le piazze della capitale) si trasforma nella città del Diritto al Gioco. Domenica scorsa Genova è stata l’unica città italiana che ha aderito all’iniziativa di Roma sulla città-gioco.

La giornata lancia il progetto “Città GiUocose” della Regione Liguria che porterà a promuovere in tutti i comuni Liguri, grandi e piccoli, azioni per rendere libero e sicuro il gioco dei ambini/e nei comuni stessi. Il progetto prevede diverse azioni che porteranno a cambiare la mobilità, la sicurezza dei parchi, rinnovare i giochi pubblici. Una parte innovativa e interessante del progetto vede coinvolta l’Agesci in Liguria i cui aderenti bambini/e farannoda collaudatori e ricercatori sul gioco prendendo in uso dei giochi urbani e provandoli per dei periodi nei diversi comuni liguri da La Spezia a Xxmiglia.

Sarà inoltre istituit il premio nazionale “Città GiUocosa”.

 Per domenica Arciragazzi organizza due feste on grandi giochi e animazioni in Piazza Trogoli e sulla “Fascia di Rispetto” di Prà (dalle 15 alle 18) e l’Agesci aderisce all’iniziativa con tutte le feste organizzate in occasione del centenario degli Scout.

 Una ulteriore proposta della rete Arciragazzi, Unicef, Agisci liguri insieme alla Regione Liguria è che maggio diventi il mese del gioco in città contribuendo a fare diventare Genova sempre più a misura di bambino/a e per conseguenza a misura di famiglia.