Stampa
12
Lug
2007

CONFESERCENTI CHIEDE CHE GENOVA DIVENTI UN VERO POLO DI ATTRAZIONE TURISTICA

Pin It
La Presidenza Provinciale Confesercenti si è riunita alla presenza del neo Assessore al Commercio e Turismo di Genova, Gianfranco Tiezzi.
Patrizia De Luise, presidente Confesercenti, propone, aprendo la riunione, di sancire un vero e proprio “patto di collaborazione” fra l’Amministrazione Pubblica e le imprese commerciali del territorio. “Solo lavorando in stretta collaborazione” – afferma – “ i piccoli e grandi problemi con cui il commercio si trova oggi a dover fare i conti troveranno risposte efficaci e dunque soluzioni”.
Fra i punti più significativi, la necessità di dar vita ad una politica d’accoglienza che renda effettivamente la nostra città un polo di attrazione turistica, l’urgenza di contrastare la grande distribuzione per tenere vivi i quartieri della città, sostenendo attivamente i Centri Integrati di Via (CIV), il bisogno di portare avanti riforme concrete in materia di commercio che riguardino una differente modalità di svolgimento dei saldi ad esempio (per citare una situazione di pura attualità) e molto altro ancora.
L’Assessore Tiezzi apre il suo intervento asserendo la volontà di svolgere il suo mandato mediando fra i diversi interessi e le differenti spinte centripete, filtrandole ed indirizzandole verso una situazione di miglioramento continuo e comune.
Dichiara la volontà di collaborare con le associazioni di categoria per cogliere insieme i segnali di cambiamento che la realtà globale non sempre rende chiari ed accessibili, allo scopo di trovare soluzioni efficaci ai piccoli/grandi problemi esistenti.
Puntare sullo sviluppo del territorio sembra essere tra gli obiettivi primi dell’Assessorato, allo scopo di accrescere il reddito pro-capite della nostra città.
Concorda pienamente con Patrizia De Luise riguardo la necessità di attrarre risorse economiche dall’esterno attraverso una politica turistica adeguata, che elabori  nuove strategie, valorizzi bellezze e prodotti della nostra città e, più in generale, della nostra regione (sono più numerose di quanto si pensi le aziende agricole presenti sul territorio). L’Assessore Tiezzi pensa alla possibilità di creare vere e proprie piazzette delle arti e del gusto, unendo cultura, artigianato e commercio, in angoli della città non ancora “ottimizzati”.
Genova dovrà dunque essere più pulita (possibile punto di partenza una campagna di sensibilizzazione dei cittadini organizzata in collaborazione tra Comune ed attività commerciali) e più sicura (il primo passo sarà quello di aumentare i punti luce).
Fra gli altri temi trattati, la lotta all’abusivismo e concessioni più “snelle” (possibilmente anche più economiche) per l’installazione di dehor per bar e ristoranti sul suolo pubblico.
Tutto fa presagire un periodo intenso di lavoro, nel quale non mancherà una stretta collaborazione fra le parti.