Stampa
21
Ott
2006

CONFITARMA SOLLECITA MISURE A FAVORE DEGLI INVESTIMENTI NAVALI E DELLA FORMAZIONE

Pin It

 
Le Commissioni Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati hanno licenziato per l’Assemblea il disegno di conversione del decreto-legge n.262 del 2006 in materia tributaria e finanziaria: tra gli emendamenti approvati non figura però la norma che introduce anche nel nostro ordinamento lo strumento volto ad incentivare da parte dei soggetti finanziari l’acquisto di beni strumentali a lungo ammortamento, in particolare di navi (il cosiddetto tax lease scheme), riducendone il costo per le imprese utilizzatrici.
Le Commissioni riunite hanno altresì bocciato la misura che prevede di estendere a nuove figure professionali l’obbligo di formazione a cui sono tenute le imprese di navigazione che optino per la determinazione forfetaria del reddito (il cosiddetto regime fiscale di tonnage –tax).
Gli armatori, in proposito, ricordano come lo sviluppo dell’economia marittima sia legato al rafforzamento e alla diversificazione delle risorse umane, obiettivi che con la misura in questione si intende perseguire.
L’auspicio è che nell’ambito della manovra finanziaria 2007, già a partire dall’iter di conversione del decreto-legge n.262, le due misure possano essere recuperate, inserendole nell’ipotizzato maxi-emendamento governativo