Stampa
05
Dic
2007

COSTITUITO IL COMITATO NAZIONALE PARITETICO PER IL LAVORO MARITTIMO

Pin It

Le Associazioni degli Armatori, Confitarma e Fedarlinea e le OO.SS. Filt/Cgil, Fit/Cisl e Uiltrasporti del settore marittimo, in attuazione di quanto previsto nell’ultimo accordo di rinnovo dei contratti di lavoro del 5 giugno 2007, hanno costituito il Comitato Nazionale Paritetico per il Lavoro Marittimo il cui scopo è quello di affrontare la grave carenza di marittimi italiani, che interessa in particolare lo stato maggiore, e di promuovere programmi di formazione utili a fronteggiare il fenomeno.

L’Armamento e il Sindacato ritengono che in concomitanza di una significativa crescita registrata nel settore, ci siano le condizioni per mettere in atto una serie di iniziative che consentano di recuperare occupazione nazionale, soprattutto di qualità, al mercato del lavoro.

Infatti, recenti studi indicano che nei prossimi 3 anni si registrerà a livello mondiale una carenza di circa 35.000 ufficiali. Parimenti emerge l’esigenza di adeguare le conoscenze specifiche professionali dei marittimi alle innovazioni tecnologiche e normative in materia di safety e security.

E’ necessario, pertanto, sviluppare condizioni per attrarre i giovani verso la vita sul mare promuovendo campagne di informazione indirizzate alla scolarizzazione di base, coinvolgendo tutte le Istituzioni centrali e periferiche utili per la realizzazione dei progetti.

Tutto questo attraverso un’organica regia nazionale che eviti spreco di risorse e consenta di realizzare tutte le iniziative attraverso un comune orientamento strategico per la formazione dei marittimi italiani.

Al fine di rendere più incisivo il lavoro del Comitato, Confitarma, Fedarlinea, Filt/Cgil, Fit/Cisl e Uiltrasporti si sono impegnate ad esplorare la possibilità di trasformare il Comitato stesso in Ente Bilaterale, così come è avvenuto in altri settori all’interno delle relazioni tra le parti.

I rappresentanti degli armatori e dei lavoratori consci dell’importanza della formazione professionale per il settore marittimo, fanno appello alla sensibilità del Governo e delle Istituzioni affinché, attraverso il contributo di ciascuno possano crearsi le condizioni per il rilancio delle professioni marittime che restituiscano sempre più prestigio alla nostra flotta nazionale.

Il Comitato Nazionale Paritetico per il Lavoro Marittimo è composto di 12 membri: 6 in rappresentanza dell’Armamento (Stefano Messina, Giuseppe Ravera, Tommaso Pacchelli, Claudio Barbieri, Fabrizio Cirnigliaro e Lorenzo Paolizzi) e 6 membri in rappresentanza delle Organizzazioni Sindacali (Roberto Scotti, Roberto Luvini, Remo Di Fiore, Beniamino Leone, Angelo Patimo e Agostino Falanga).