Stampa
06
Dic
2005

I CALABRESI DI NINO CATRAMBONE

Pin It
C'erano una volta i calabresi dell'avvocato Gregorio (Nino) Catrambone, potente assessore socialista. Arrivato a Genova da Catanzaro, era diventato il punto di riferimento dei correligionali. Riceveva l'elenco da sindaci della Calabria, Ë diventava il tutor di questicalabresi arrivati a Genova in cerca di fortuna. L'associazione aveva una propria sede, funzionava alla perfezione. Catrambone,perÚ, non si ricordava dei calabresi solo in occasione delle elezioni, li seguiva si puÚ dire minuto per minuto. Certo quando c'erano le elezioni i calabresi diventavano lo zoccolo duro dell'associazione. Crollato il vecchio PSI, l'associazionesi Ë sciolta, ma in tanti sono rimasti in contatto con il loro "capo". E quando in occasione delle ultime regionali Catrambone si Ë presentato nella lista dei socialisti ndi Gianni De Michelis, pur avendo lasciato il poso di capolista all'avvocato Silvio Romanelli, ha preso pi˘ voti di tutti. Ancora una volta i voti dei calabresi di Liguria sono stati determinanti. Per loro Catrambone Ë ancora il leader.