Stampa
04
Giu
2008

IL SOTTOSEGRETARIO GIACHINO E IL SENATORE GRILLO ALL'ASSEMBLEA PRIVATA DI CONFITARMA

Pin It

GRILLOROMA. L’Assemblea privata della Confederazione Italiana Armatori si è riunita oggi a Roma in sessione privata sotto la presidenza di Nicola Coccia. Riforma portuale ed ecobonus: queste le principali preoccupazioni degli armatori espresse dal Presidente Nicola Coccia nel corso dell’Assemblea alla quale sono intervenuti Bartolomeo Giachino, Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, e Luigi Grillo, Presidente dell’8^ Commissione “Lavori pubblici e comunicazione” del Senato
.
Il Sen. Luigi Grillo, nel ringraziare per l’invito a partecipare all’Assemblea di Confitarma e per le parole di gratitudine espresse dal Presidente Coccia per la sua costante attenzione alle problematiche dell’armamento, nel ribadire che gli armatori sono “imprenditori di serie A” e che “porti e la logistica sono la trincea più avanzata sulla quale si scommette la futura competitività del sistema Italia”, ha affermato che la Commissione del Senato da lui presieduta presterà immediata attenzione alla riforma dei porti con una rivisitazione della Legge 84 del 1994 nell’ottica di un maggiore coinvolgimento degli operatori privati per lo sviluppo dei porti.

Il Sottosegretario Giachino, ha ribadito l’esigenza di completare la riforma portuale ed ha sottolineato l’importanza del ruolo dell’armamento nell’economia del Paese, soprattutto in questa fase in cui si è ormai presa coscienza dell’importanza strategica dei trasporti. “La qualità delle vostre proposte – ha affermato il Sottosegretario – sarà decisiva”.
In merito all’ecobonus, Bartolomeo Giachino ha fatto presente che sono allo studio possibili emendamenti per recuperare i fondi necessari per tenere in vita questa misura.

Il Consiglio Confederale, riunitosi prima dell’Assemblea ha approvato all’unanimità l’ampliamento del Comitato Esecutivo con l’ingresso di Federica Barbaro “E’ la prima volta – ha affermato il Presidente Coccia – che una donna entra a far parte del Comitato Esecutivo di Confitarma e ciò può rappresentare un primo passo per una futura presidenza femminile della nostra confederazione”.