Stampa
26
Ott
2007

IMPERIA . LA COOPERATIVA IL FAGGIO E L'ASL 1 UNITI NELLA LOTTA CONTRO L'ALCOLISMO

Pin It

Sì è tenuta questa mattina, presso la struttura Il Faggio Col di Nava di Pornassio (Im), una giornata di studi sul tema de “Inquadramento e trattamento dell’alcolismo”. La Cooperativa Il Faggio, impegnata da sempre sul territorio savonese ed imperiese nel trattamento dei disabili e degli anziani, ha colto l’importanza dell’analisi di un fenomeno in continua crescita con conseguenze quotidianamente oggetto di fatti di cronaca, e in collaborazione con il Servizio per le Tossicodipendenze e con quello di Salute Mentale, ha promosso un workshop rivolto ad operatori del settore e ai non addetti ai lavori.

La IIa giornata di “Corso per coordinatori e aspiranti coordinatori” ha riunito il personale dell’azienda sanitaria locale savonese, per una sinergia della zona del ponente, e ospitato l’intervento del Direttore Generale della ASL1 imperiese, dott.sa Renata Canini, che ha presentato la funzione ed il ruolo che avranno i “Palazzi della Salute”.
Medici e responsabili dei dipartimenti che hanno in cura alcolisti, soggetti colpiti da patologie e problemi legati ad alcool o a comportamenti e stili di vita dipendenti, hanno fornito ai coordinatori de Il Faggio un inquadramento e il relativo trattamento dei problemi derivanti da alcolismo e da altre dipendenze, quali sesso, gioco, droga. 

I temi della giornata sono stati introdotti dal dott. Giancarlo Ardissone, responsabile Sert di Bussana (Im), che ha proposto un excursus sul fenomeno dell’alcolismo in Liguria. Le dottoresse Anna Mocciò e Patrizi Turchi, rispettivamente responsabili dell’Ambulatorio di Alcologia e Psicologa del Sert ASL2 di Savona, si sono occupate di fornire un inquadramento generale della patologia, dall’uso alla dipendenza, e di come viene affrontata all’interno del loro ambulatorio. La dott.sa Ina Hinnental, psichiatra responsabile dell’Ambulatorio di Alcologia all’interno del Sert di Imperia, ha invece affrontato il tema del trattamento residenziale dell’alcolismo, mentre Ennio Palmesino, Presidente nazionale degli Alcolisti in Trattamento, ha esposto il modello di trattamento dei CAT mediante gruppi di auto aiuto.
I lavori sono proseguiti nel primo pomeriggio con l’intervento del dott. Pietro Licalzi, Direttore Dipartimento Materno Infantile dell’area amministrativa dell’ASL2.