Stampa
20
Set
2007

LE GRANDI STRADE DELLA CULTURA:UN VALORE PER L'EUROPA

Pin It

Sabato 29 e domenica 30 settembre, oltre mille siti su tutto il territorio nazionale aprono le porte gratuitamente in occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio”, l’iniziativa lanciata nel 1991 dal Consiglio d’Europa per far acquisire ai cittadini europei la consapevolezza di condividere un patrimonio comune, nel rispetto della diversità di ognuno.

In Italia, le Giornate Europee del Patrimonio sono promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che quest’anno vede al suo fianco, per la prima volta, due partner d’eccezione: il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia i quali, unendo gli sforzi, hanno aggiunto ulteriori 200 luoghi d’arte facilmente raggiungibili dalla rete autostradale, che saranno visitabili gratuitamente dal pubblico anche con l’aiuto di visite guidate. Dagli oratori affrescati ai giardini storici, dai siti archeologici ai castelli rinascimentali, dall’architettura contemporanea ai teatri che conservano l’atmosfera del Settecento, oltre a 20 Beni di proprietà del FAI: non manca davvero nulla per scoprire il fascino del patrimonio italiano.