Stampa
25
Lug
2007

LIGURIA "RAID IN PEDALO' PER L'INTEGRAZIONE SOCIALE DEI DISABILI VISIVI

Pin It

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Onlus – Dal 29 luglio al 3 agosto in Liguria un “raid in pedalò” per riflettere sull’integrazione sociale dei disabili visivi.  Domenica partenza da Arenzano per 30 equipaggi.  L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Onlus promuove in Liguria l’ormai tradizionale raid in pedalò, manifestazione non competitiva a livello nazionale, giunta quest’anno alla sua settima  edizione.

 Domenica 29 luglio partiranno da Arenzano 30 equipaggi provenienti da tutta Italia e composti da una persona non vedente e un accompagnatore vedente, che orienterà la rotta.   Il percorso - che si concluderà venerdì 3 agosto ad Albenga – coprirà una distanza di 61,5 chilometri, suddivisa in 6 tappe, che toccheranno le spiagge di Varazze (29 luglio), Savona (30 luglio), Vado Ligure (31 luglio), Noli (1 agosto) e Pietra Ligure (2 agosto).

 Dopo la prova in mare, gli equipaggi avranno la possibilità di visitare i paesi ospiti della manifestazione, con particolari percorsi per i non vedenti (tra cui a Savona il percorso guidato allestito all’interno del Civico Museo Storico Archeologico nel Complesso Monumentale del Priamàr, e ad Albenga uno speciale itinerario turistico con pannelli in braille, bande tattili e piastrelle di segnalazione viaria a terra)  Obiettivo di questa importante e originale iniziativa è di dimostrare quanto siano numerose e diverse le capacità e le abilità di chi non vede o vede poco, sensibilizzando anche l’opinione pubblica a prendere coscienza delle enormi possibilità di integrazione sociale offerte dallo sport ai disabili visivi.

 Con questo scopo di promozione sociale, due sono le iniziative collaterali al raid in pedalò: un camper per la prevenzione della cecità offrirà visite e uno screening  oculistico gratuito, grazie alla collaborazione   della Clinica Oculistica dell’Università di Genova e dell’Istituto per Ciechi e Ipovedenti Davide Chiossone sempre di Genova, mentre un gazebo, allestito dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi, permetterà di conoscere e sperimentare gli strumenti e gli ausili più diffusi per l’integrazione scolastica e per la vita quotidiana dei non vedenti e degli ipovedenti