Stampa
20
Gen
2007

MARIAN MOCANU :NON ESISTE IL RISCHIO DI UNA IMMIGRAZIONE DI MASSA DALLA ROMANIA

Pin It

CONVEGNO ROMENIIl 1 gennaio 2007 la Romania è diventata membro effettivo della Comunità Europea.
Questa giornata assume un significato particolarmente rilevante per la Romania in quanto essa torna a ricoprire un ruolo di primo piano, fra i paesi di origine latina, all'interno della grande Europa che così va a contare quasi 500 milioni di abitanti.
In Italia la comunità rumena è molto numerosa e le cifre parlano di cca 300 mila residenti.
Infatti, da anni le associazioni rumene lavorano per dare sostegno all'inserimento sociale dei rumeni immigrati. A testimonianza di ciò, si segnala che a partire dal 2005 le stesse associazioni si sono riunite in una Lega Nazionale che ha rappresentanti in tutta Italia.

La Lega dei Rumeni in Italia si è sempre proposta come un interlocutore serio ed affidabile tutelando gli interessi dei cittadini rumeni nel rispetto dei diritti della persona e della carta costituzionale italiana.
Dall'ingresso della Romania nella C.E. consegue la libera circolazione dei cittadini rumeni non solo nell'territorio italiano, bensì anche negli altri Paesi membri della Comunità.

La Lega dei Rumeni in Italia, come già affermato nella lettera inviata a Romano Prodi, Primo Ministro del Governo Italiano, desidera ribadire il fatto che non sussiste alcun rischio di una massiccia immigrazione dalla Romania verso l'Italia, atteso che chiunque avesse voluto trasferirsi in Italia poteva già giungervi fin dall'anno 2002. Ciò considerato, dunque, i paventati timori riguardanti questo possibile scenario non sono fondati.

Un altra questione delicata attiene ai cittadini rrom provenienti dalla Romania che hanno passaporto rumeno.
A tal proposito, desideriamo informare l'oppinione pubblica italiana che non tutti i rrom presenti in Italia provengono dalla Romania e che non tutti i rumeni sono rrom.
Infatti, la comunità rrom che vive in Romania conta 1.5% della popolazione totale dell'paese.

I rrom sono un problema mondiale è non solo della Romania. Grazie alla loro natura di popolo migratorio si spostano da un paese all'altro transitando l'intera Europa in quanto godono di uno status speciale.
L'educazione e l'integrazione dei rrom nella società è una priorità che è stata individuata durante una riunione del Forum Rrom del Parlamento Europeo che si è svolta a Bruxelles.

Con l'occasione, la Lega dei Rumeni in Italia insieme alle numerose Associazioni rumene di volontariato già presenti sul territorio invitano tutte le altre organizzazioni romene esistenti nella Penisola di contattare la Lega dei Romeni in Italia attraverso il sito www.lri.it.

Desideriamo anche esprimere la nostra volontà e disponibilità di lavorare accanto alle Istituzioni e le associazioni italiane che già operano nel migliore dei modi nell'ambito del nuovo scenario che oggi vede la Romania quale membro effettivo della Unione Europea.

MARIAN MOCANU LEGA RUMENI IN ITALIA RAPPRESENTANTE PER IL NORD ITALIA WWW.LRI.IT