Stampa
30
Gen
2007

MILLECINQUECENTO PERSONE ALLA MANIFESTAZIONE IN DIFESA DELLíOSPEDALE DI BORDIGHERA

Pin It

LA CISL CONTINUERA’ LA BATTAGLIA IN DIFESA DELLA SANITA’ COME PATRIMONIO DI TUTTI
Circa 1500 persone hanno partecipato alla manifestazione in difesa dell’ospedale di Bordighera.
Il corteo è partito dal piazzale dell’ospedale e transitando sull’Aurelia ha raggiunto il Palazzo del Parco. I partecipanti hanno gridato la loro rabbia contro la politica dell’ASL verso l’ospedale del comprensorio intemelio.
Gli slogan erano soprattutto indirizzati alla Dott.ssa R. Canini, che non si è nemmeno sognata di intervenire, di persona o tramite suo delegato al dibattito che si è svolto al Palazzo del Parco.

La Cisl, insieme a CGIL e UIL, ha partecipato attivamente alla manifestazione, continuando così il percorso iniziato due mesi fa con l’Assemblea cittadina in difesa della struttura sanitaria.
Erano presenti al corteo ed al dibattito numerose autorità fra cui: G. Giuliano, E. Minasso, G. Saldo,  F. Bonello, il Sindaco di Bordighera G. Bosio ed i suoi colleghi del comprensorio.
Il segretario generale Cisl Imperia, Remigio D’Acquaro sottolinea che: «La Cisl apprezza questa manifestazione di popolo che ha visto la partecipazione anche degli studenti. La sanità è un patrimonio di tutti (giovani, adulti, anziani), ma come tale deve essere tutelato e non dilapidato. La politica sanitaria della dirigenza è improntata solo a tagli di servizi che comportano risparmi irrisori ( per esempio: il previsto blocco delle sale operatorie notturne a Bordighera avrebbe comportato un risparmio annuo di 15 mila Euro, ma avrebbe causato rischi altissimi per la popolazione locale).

 Le spese da razionalizzare sono ben altre e sono sotto gli occhi di tutti» - conclude D’Acquaro - «La Cisl continuerà la battaglia per una sanità migliore in tutta la provincia partendo ad esempio dalle riduzioni delle liste di attesa per le prestazioni diagnostiche ( non è pensabile che un abitante della provincia di Imperia attenda  tre mesi per una risonanza magnetica, mentre a quello di Cuneo bastano 8 giorni).» 

                                      D'ACQUARO SEG CISL IMPERIA