Stampa
20
Apr
2006

NASCE MAESTRALESAVONA

Pin It
Da alcuni anni opera a Genova con un significativo successo líassociazione Maestrale: Ë divenuta un punto di riferimento nellíambito della discussione ñ sempre viva e articolata ñ sui temi e sulle possibili scelte strutturali, economiche, sociali e culturali che riguardano Genova e la nostra regione. Grazie anche alla collaborazione degli amici genovesi nasce, per iniziativa di un comitato promotore MaestraleSavona, uníassociazione culturale che forte della via tracciata in questi anni intende presentare un progetto che proponga un nuovo strumento di approfondimento politico e culturale. Eí infatti viva anche in Savona la necessit‡ di disporre di un luogo di analisi, confronto e proposta che possa porsi quale un punto di riferimento per chiunque voglia affrontare una discussione che riguardi il territorio e soprattutto su chi vi abita e vi lavora. Non una riedizione di una vecchia ìAgor‡î, ma piuttosto occasione per confronti e analisi franche, al di l‡ degli schemi consuetudinari del confronto politico istituzionalizzato. Uníoccasione in pi˘ dunque per interpretare i cambiamenti di un territorio - quello savonese - che unitamente a quello regionale ha proposto in questo ultimo decennio allíattenzione di tutti noi, mutamenti socio-economici assai rilevanti. La politica ñ in particolare quella che si rif‡ ai valori riformisti anche di tradizioni politiche diverse ñ Ë chiamata ad assumere un ruolo decisionale che rispetto al passato si Ë fatto maggiormente cogente e per il quale le attese inutili possono divenire elemento di penalizzazione. Coinvolgere i principali attori sociali ed economici del territorio ma anche ñ e vorremmo aggiungere soprattutto ñ i cittadini pi˘ attenti e interessati, Ë una necessit‡ che puÚ rivelarsi feconda se attuata mirando alla riproposizione di temi locali e non, che devono perÚ essere interpretati congiuntamente rispetto alle necessit‡ del territorio ligure e savonese. La Liguria non Ë certo uníisola felice ma ha grandi potenzialit‡. Fare crescere queste potenzialit‡ dipende dalla capacit‡ di mettere in campo le risorse umane, intellettuali ed economiche di cui disponiamo, ponendo le radici nelle eccezionali tradizioni di storia, bellezza e capacit‡ di cui sono da sempre depositari i nostri territori. Occorre partire dalle peculiarit‡ del territorio e dalle sue nuove e vecchie vocazioni e saperi per trarre da esso spunto e opportunit‡ che possono rendere la Liguria davvero competitiva; capacit‡ di innovazione tecnologica e infrastrutturale sono sempre pi˘ necessarie per valorizzare massimamente quanto di grande e per certi versi irripetibile puÚ proporre al mondo dominato da uníeconomia globalizzata, il nostro saper fare. La scelta di uníattenzione particolare alle politiche del welfare e ambientali, ad esempio, non sono scelte fine a se stesse ma elementi sinergici che vogliono proporre un modo di vita che sappia trarre dalle ìmodernit‡î competitive stimoli per ciÚ che le comunit‡ liguri e savonese sanno fare meglio. Comunit‡, quella savonese, che presenta sicuramente caratteristiche peculiari soprattutto nel settore economico: la grande rilevanza del turismo, ad esempio, fa della provincia savonese una delle zone in Italia con la maggiore incidenza dellíeconomia turistica. Le scelte infrastrutturali anchíesse vitali per tutti, ma forse ancora pi˘ nella nostra regione, ripropongono temi noti che talvolta meriterebbero di essere affrontati in uníottica maggiormente concertativa. Il mondo cambia, anzi corre. Come Ë sottolineato nel programma-manifesto di Maestrale ìsi puÚ ragionevolmente immaginare che il tempo delle produzioni a basso valore aggiunto, della presenza limitata di industrie ad alta tecnologia, della competizione esclusivamente affidata ai costi e al decentramento produttivo, talvolta con il correlato di una componente di evasione fiscale, pi˘ che alla qualit‡ dei prodotti mostri forti segni di esaurimentoî. E ancora: ìnellíepoca dellíEuro il rilancio della struttura industriale, finanziaria e logistica del Nord-Ovest Ë decisivo per contrastare il declino del paese e per consentirgli di competere basandosi su ricerca e sapere, innovazione tecnologica e qualit‡ dei prodotti. Uníarea cosÏ vitale trover‡ certamente líenergia per adeguare la sua struttura produttiva ai nuovi parametri economiciî. Líiniziativa che inaugura líattivit‡ di MaestraleSavona tratta di un tema significativo quale i rapporti e le possibili collaborazioni tra due regioni storicamente legate: Piemonte e Liguria ospitando i presidenti Mercedes Bresso e Claudio Burlando. Il recupero di questo rapporto consolidato non puÚ che essere affidato alle tematiche che oggi appaiono fondamentali per un nuovo sviluppo: dai temi della portualit‡, della logistica e delle infrastrutture per giungere alle potenzialit‡ del turismo in tutte le sue diverse declinazioni. Si tratta di sfide importanti a cui MeastraleSavona intende dare un piccolo ma crediamo approfondito contributo facendo crescere nella cultura riformista una consolidata abitudine a porre e considerare nuove problematicit‡ ma anche e soprattutto a prospettarne le soluzioni.