Stampa
02
Apr
2007

PIETRA LIGURE AIUTA LE DONNE BOLIVIANE

Pin It
Tremilacinquecentosettanta euro sono stati raccolti, a Pietra Ligure, grazie alla generosità del pubblico che ha gremito il Cinema Teatro Comunale di Pietra Ligure, mercoledì scorso in occasione dello spettacolo de la Riviera dei teatri – Solidale. La serata, promossa dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Savona con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pietra Ligure era dedicata all’attività dell’Associazione “Mani Tese” di Pietra Ligure.

I fondi, raccolti in occasione dello spettacolo Un bacio a mezzanotte, sono stati destinati dal gruppo pietrese ad un progetto di formazione e recupero dell’autonomia delle donne di Cochabamba in Bolivia. Già duecento donne partecipano a corsi di formazione in ambito sanitario per prevenire il cancro all’utero, seconda causa di morte in Bolivia. Inoltre, il progetto prevede momenti di approfondimento di tematiche legate all’autostima che danno l’opportunità alle donne di riflettere sulle loro potenzialità al fine di determinare un’autonomia economica. Per incentivare la partecipazione ai corsi, il progetto prevede il sostegno delle donne impegnate nella formazione con viveri di prima necessità.

Il progetto è nato da un’idea di Tonina Potente, teologa domenicana pietrese, che vive da dieci anni a Cochabamba. In questa città arrivano tantissime donne che lasciano l’altipiano per garantire migliori condizioni di vita alle famiglie. E’ nata così l’idea di creare centri di formazione, soprattutto in ambito sanitario, considerato che l’intera area è stata abbandonata dall’ente preposto alla sanità.

Il gruppo di Pietra Ligure ha iniziato la sua attività nell'ottobre del 2003 ed ha svolto azione di sensibilizzazione attraverso conferenze (la più partecipata è stata quella tenuta dalla teologa Antonietta Potente sul tema "E' davvero possibile un altro mondo?") ed iniziative ("Global March against child labour"  nel 2004 e nel 2005 con la partecipazione dei bambini delle scuole di Pietra Ligure e Borgio Verezzi (nel 2004 erano presenti tre bambini ex lavoratori, provenienti da Nicaragua in Italia per un convegno mondiale sul lavoro infantile tenutosi a Firenze). Inoltre si è impegnata nella raccolta di fondi organizzando spettacoli e manifestazioni sportive. Nell’estate 2005, grazie, ad un contributo del comune di Pietra Ligure è stato possibile ospitare lo spettacolo dei "Pe' No Chao" un gruppo di ragazzi che partecipano ad un progetto educativo co-finanziato da Mani Tese, pensato e realizzato da un gruppo di educatori e pedagogisti di Recife città del nordest brasiliano.