Stampa
05
Dic
2007

PORT OF VENICE: NON SOLO POLITICA PER LA NUOVA PRESIDENZA DEL PORTO

Pin It

Gli Incontri trilaterali che il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi  avrà il prossimo 17 dicembre a Venezia con Comune, Provincia e Regione per esplorare i consensi sulla  nuova terna dalla quale scaturirà il nuovo vertice  che avvicenderà la presidenza dell’Autorità Portuale di Venezia , non possono dribblare gli auspici degli operatori portuali che, con centinaia di aziende , rappresentano il vero  motore dello sviluppo  dell’economia della Città e del suo hinterland.

L’International Propeller Club Port of Venice, che associa un centinaio di imprenditori dei vari settori del mondo del trasporto,  ribadisce l’opportunità che prioritariamente  con nuove infrastrutture , navi e traffici tornino al centro della vita del porto.  
“Sono sempre più convinto- dichiara il Presidente Massimo Bernardo - che sia arrivato il momento di proporre un confronto aperto e diretto  con chi sarà il protagonista della nuova stagione che con la nuova presidenza   si aprirà per il nostro porto.
Ma oggi, se ci limitassimo ad attendere passivamente i nomi della prossima terna potremmo aver perso del tempo prezioso. Se invece la  voce  degli operatori giungesse unanime ed in tempo utile a chi dovrà esprimere quei nomi, allora  potrebbe essere arrivato  il tanto atteso momento per far apprezzare tutta la cultura imprenditoriale  e la  grande  potenzialità contrattuale  di chi,  del porto è, a colpi di milioni di euro,  il primo fautore del suo successo”.

Sarà  questo il tema del “charter night “ del Club veneziano che si terrà il prossimo 15 dicembre all’hotel Baglioni  alla presenza di numerosi invitati  tra i quali il Sindaco di Venezia Massimo Cacciari, il presidente della Provincia Davide Zoggia e il presidente della Regione Giancarlo Galan.