Stampa
21
Mar
2009

SCUOLA E IMMIGRAZIONE. TETTO STRANIERI: CONSEGUENZE INACETTABILI

Pin It

Roma. Introdurre un limite del 30 per cento di alunni stranieri nelle classi italiane. Il ministro Gelmini afferma di voler affrontare così, nei prossimi anni, la presenza di un numero sempre maggiore di immigrati in Italia, e quindi di bambini che necessitano di formazione. Per Roberto Soldà, vice presidente del movimento Italia dei Diritti: "Si tratta di un'iniziativa ridicola. Forse il ministro si è dimenticato di pensare alle conseguenze di un provvedimento di questo tipo".   Il pensiero di Soldà cade in particolare su città come Roma, sostanzialmente multietniche: "Cosa succederebbe in quelle zone in cui c'è una forte densità di immigrati? Raggiunto il limite, si dovrebbero 'spostare' i bambini. Invito a compiere un'attenta riflessione".