Stampa
20
Ott
2006

TURISMO DEL MARE CONFITARMA LA FIRMA TRA IL PRESIDENTE COCCIA E IL MINISTRO RUTELLI

Pin It

Sono quasi 6 milioni i croceristi movimentati nei porti italiani nel 2006, con un aumento del 15% rispetto al 2005. Per il 2007 si prevede un ulteriore aumento del 22,05%.
Questi i dati annunciati nel corso della conferenza sulle crociere nel Mediterraneo svoltasi a Napoli nell’ambito del Seatrade Cruise & Ferry Coonvention, alla quale è intervenuto il Vice Presidente del Consiglio con delega al Turismo e Ministro per le i beni e le attività culturali, Francesco Rutelli.
L’Italia si conferma quindi la prima destinazione crocieristica del Mediterraneo superando di quasi il doppio la Spagna .
Il Vice Presidente del Consiglio Francesco Rutelli, dopo aver ricordato che il turismo italiano terrestre ha registrato un
periodo di stagnazione e di perdita di alcune posizioni rispetto a paesi concorrenti che, tra l’altro, sono palesemente dotati
di inferiori risorse paesaggistiche, archeologiche, artistiche e culturali, ha sottolineato che l’unico settore in
controtendenza in Italia è quello delle crociere, che grazie a fattori quali la sicurezza, l’efficienza e la qualità , ha ottenuto
un grande successo”.
A margine del Seatrade Med il Vice presidente del Consiglio Francesco Rutelli, e il presidente della Confederazione
italiana armatori, Nicola Coccia, hanno firmato un’intesa finalizzata a sfruttare le opportunità generate dal turismo marittimo e crocieristico al fine di favorire un rilancio globale del mercato turistico italiano.
“Con tale intesa Confitarma si candida a contribuire al rilancio del turismo italiano - ha affermato il Presidente di Confitarma Nicola Coccia - sulla base dell’esperienza specifica maturata nel mondo delle crociere e ciò in considerazione di una serie di fattori”.
Le crociere e in parte le compagnie che gestiscono navi traghetto sono le uniche ad aver sperimentato e messo in pratica con successo, in Mediterraneo, ma specialmente lungo le coste e nelle città d’arte italiane, forme di turismo destagionalizzato negli ultimi quattro anni le crociere invernali sono più che raddoppiate”.
Inoltre, le compagnie che gestiscono navi da crociera e navi traghetto applicano alla loro gestione, le forme più avanzate di organizzazione e commercializzazione del prodotto , con penetrazione sui mercati internazionali e costruzione di pacchetti di offerta finalizzati allo sfruttamento integrato di più prodotti in uno e quindi di più destinazioni, e possono vantare una organizzazione presente sui mercati internazionali in modo capillare.

Di fatto, ha proseguito Nicola Coccia, le compagnie di navi da crociera “realizzano nei fatti il marketing territoriale delle aree in cui le loro navi scalano, favorendo l’aggregazione di competenze, garantiscono al turista standard di eccellenza nei campi della: qualità, affidabilità e sicurezza, hanno messo a punto sistemi complessi di vigilanza e di protezione alservizio dell’utente, sia a bordo che a terra”.

A ciò si aggiunge il fatto che tali compagnie sono presenti nelle grandi manifestazioni turistiche dove i tour operators e le organizzazioni agenziali determinano i flussi e la costruzione dei pacchetti turistici integrati (ad esempio una settimana di
crociera più una settimana di ospitalità alberghiera) predisponendo pacchetti tematici (tourarcheologici, sport, golf ecc).
Il Presidente di Confitarma ha poi ricordato che anche il Libro verde sulla politica marittima, recentemente presentato
dalla Commissione europea, per la prima volta evidenzia la rilevanza del turismo che viene dal mare.

Pertanto Confitarma, nel rendersi disponibile a ideare e a fornire strumenti innovativi come contributo per il rilancio del turismo italiano, si impegna a fornire, all’istituendo Osservatorio Nazionale del Turismo, dati puntuali sull’evoluzione, i risultati e i trend tendenziali del traffico passeggeri (crociere, traghetti e altri, con estensione alla grande nautica da diporto); a mettere a disposizione del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri con delega al turismo, l’elaborazione di attività finalizzate allo sviluppo del mercato turistico in Italia ed in particolare del settore crocieristico, realizzando, inprima attuazione, studi su destagionalizzazione, security,e marketing territoriale.
Con la recente adesione di Royal Caribbean, che si aggiunge agli altri gruppi armatoriali che operano nel settore delturismo via mare, Confitarma rappresenta i maggiori gruppi crocieristici e di trasporto passeggeri operanti in Italia.